Incidente Concordia, si dimette il presidente del Registro Navale

MeteoWeb

Il presidente del Gruppo Rina (Registro Navale), Gianni Scerni, ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico. Lo rende noto, in un comunicato, lo stesso gruppo. “Il Gruppo Rina – si legge nella nota stampa – prende atto con profondo rammarico della decisione di rassegnare le proprie dimissioni assunta dal presidente, Gianni Scerni, che ringraziamo per l’opera svolta con professionalita’ e dedizione in dieci anni che hanno visto la nostra azienda raggiungere obiettivi di indubbio rilievo. Lo ringraziamo inoltre, per il senso di responsabilita’ e l’affetto dimostrato anche in questa circostanza”. Tra le ragioni alla base della decisione si ipotizza ci siano le polemiche scatenate da alcune dichiarazioni rese dall’ex presidente del Gruppo che – in seguito al disastro della Costa Concordia all’isola del Giglio – avrebbe affermato che l’armatore non poteva non essere a conoscenza della pratica dell”inchino’ in vigore sulla navi della Compagnia. Dichiarazioni rispetto alle quali il gruppo Rina si e’ dissociato pubblicamente e che, successivamente, sono state smentite dallo stesso Scerni.