Incidente Costa Concordia, 17enne racconta il suo dramma: “mamma è sparita con una sua amica”

MeteoWeb

”’Aggrappati a me’. Sono queste le ultime parole che un altro passeggero ha sentito dire a mia madre al telefono. Lei era con un’amica, che non sapeva nuotare, su una scialuppa. Forse sono cadute in acqua: da allora non sappiamo piu’ nulla di loro”. Lo racconta Stefania Vincenzi, 17 anni, figlia di Maria Grazia Trecarico, 50 anni originaria di Leonforte di cui non si hanno notizie insieme insieme a Luisa Virzi‘ 49 anni originaria di Enna. La ragazza era anche lei, insieme al suo fidanzato Andrea Ragusa 17 anni, sulla nave Costa Concordia naufragata davanti all’isola del Giglio. ”Dalla societa’ di navigazione e dalla prefettura – aggiunge Stefaniaci hanno assicurato che mia madre e la sua amica sono state censite. Ma da noi non si sono fatte sentire. E’ questo e’ molto strano. Inoltre ai cellulari non rispondono. Abbiamo anche chiamato gli ospedali, ma non risultano ricoverate da nessuna parte”. ”Quando e’ avvenuto l’impatto noi eravamo al ristorante.- ricorda Stefania trattenendo le lacrime -. La nave si e’ inclinata e ci hanno fatto andare al nono piano dove era tutto allagato dall’acqua delle piscine. Poi e’ suonato l’allarme e siamo andati verso le scialuppe. Mia madre e la sua amica sono andate in cabina a prendere dei giubbotti e da allora non l’ho piu’ vista. Mi ha pero’ chiamato mentre ero in navigazione per sapere dove fossi. Poi anche lei e’ salita sulla scialuppa e ci ha detto che stava per arrivare in porto. Poi il silenzio piu’ assoluto”. ”Forse hanno smesso di cercarle – conclude – perche’ risultano in salvo. Ma noi crediamo invece che siano cadute in acqua”.