Incidente Costa Concordia, l’Arpat sarà la “voce” sulle condizioni del mare dell’isola del Giglio

MeteoWeb

Sara’ l’Arpat, Agenzia per la protezione ambientale della Toscana, a dare informazioni dettagliate e periodiche sullo stato ambientale del mare attorno all’Isola del Giglio, dopo il naufragio della Costa Concordia. Lo ha deciso il Capo del Dipartimento della protezione civile Franco Gabrielli, quale Commissario delegato per la gestione dell’emergenza all’Isola del Giglio. L’Agenzia fa parte del Comitato tecnico-scientifico che coadiuva le operazioni in loco ed e’ coinvolta per l’aatvita’di monitoraggio ambintale con il lavoro di vari settori di attivita’ e vari laboratori. Da martedi’ 17 gennaio sono iniziati i primi campionamenti di acqua in prossimita’ del relitto della nave grazie al battello oceanografico dell’Agenzia, Poseidon, che con il suo lavoro garantisce continuita’ all’attivita’ di monitoraggio ambientale. Di questa attivita’ viene data informazione da Arpat sia tramite il sito dell’Agenzia, nel quale e’ stata predisposta una sezione apposita segnalata con un banner nella home page, sia attraverso il canale Twitter.