Incidente Costa Concordia, proseguono le ricerche a bordo della nave mentre a Grosseto l’inchiesta entra nel vivo

MeteoWeb

Proseguono le ricerche a bordo del relitto della Costa Concordia, che nella notte e’ rimasto sostanzialmente stabile. Questa mattina i palombari della Marina militare hanno aperto un ampio varco tra i ponti 4 e 5 per facilitare l’ingresso dei sommozzatori. Intanto, il capo del Dipartimento della Protezione civile Franco Gabrielli, commissario delegato all’emergenza, ha presieduto la riunione del comitato tecnico-scientifico che e’ di fronte a una serie di scelte cruciali: quando avviare la rimozione del carburante dai serbatoi della Concordia, se eventualmente interrompere le ricerche dei dispersi, se le due operazioni possano essere condotte contemporaneamente. I tecnici della Smit Salvage, la societa’ specializzata olandese chiamata a svolgere l’operazione di svuotamento dei serbatoi, sta completando le ultime operazioni di preparazione delle apparecchiature a bordo della chiatta ‘Meloria’. L’operazione di aspirazione di carburante, comunque, sara’ complessa e lunga, con un tempo di circa 4 settimane. Subito dopo la riunione, Gabrielli ha lasciato l’Isola diretto a Grosseto, per un vertice con il Procuratore capo Francesco Verusio. Al ritorno, intorno alle 15, fara’ un briefing con la stampa