Le sonde gemelle GRAIL della NASA in orbita lunare

MeteoWeb
Le sonde gemelle GRAIL della NASA

Le due sonde gemelle della NASA, GRAIL-A e GRAIL-B (Gravity Recovery And Interior Laboratory), hanno completato con successo il loro viaggio e sono ormai in orbita lunare. Le sonde sapranno espandere notevolmente la nostra conoscenza del satellite naturale della Terra, e sapranno dirci tanto circa l’evoluzione del nostro pianeta. GRAIL-B ha raggiunto l’orbita lunare alle 2:43 PST di oggi, mentre soltanto 24 ore fa la sonda gemella aveva anticipato l’entrata in orbita. Ora sono attese da una serie di manovre per ridurre il periodo orbitale da 11,5 a poco meno di 2 ore, durante le quali studieranno la Luna come mai in precedenza. I due veicoli spaziali trasmetteranno segnali radio per definire con estrema precisione la distanza che le separa. La distanza tra le due sonde cambierà leggermente a seconda della porzione di territorio che sorvoleranno. Gli scienziati tradurranno queste informazioni in una mappa ad alta risoluzione del campo gravitazionale della Luna, i cui dati permetteranno di capire cosa succede sotto la superficie lunare. Queste informazioni aumenteranno la conoscenza di come la Terra e i suoi vicini rocciosi nel sistema solare interno, abbiano sviluppato le differenti caratteristiche che noi oggi osserviamo. Ogni navicella trasporta una piccola telecamera chiamata GRAIL MoonKAM, con il solo scopo di educazione e sensibilizzazione del pubblico. Il programma MoonKAM è guidato da Sally Ride, prima donna americana nello spazio, in collaborazione con gli studenti universitari presso l’Università della California a San Diego. Il progetto coinvolgerà scuole medie in tutto il paese. La responsabile scientifica della missione, Maria Zuber, del Massachusetts Institute of Technology (Mit) ha affermato che ”questa missione riscriverà i libri di testo sull’evoluzione della Luna”.