L’Italia è nella morsa del gelo e sta iniziando una settimana in cui si batteranno i denti ovunque, da nord a sud

MeteoWeb
La situazione meteo in Europa: il gelo avanza da nord/est su tutto il continente mentre la perturbazione d'origine Atlantica sta piombando sulla penisola Iberica, provocando piogge e temporali nel Mediterraneo occidentale

Stiamo entrando nel vivo dell’irruzione fredda proveniente dal polo; l’aria artica ha invaso gran parte dell’Europa centro/orientale, con temperature in picchiata. Helsinki è a -10°C, Oslo a -8°C, Mosca a -5°C con neve in atto. Fa freddo in tutt’Europa grazie alla circolazione orientale: Bucarest è a -4°C come Varsavia, Kiev è a -3°C Berlino a -2°C, Belgrado a -1°C, Vienna a 0°C come Parigi e Istanbul; nel Regno Unito c’è Edimburgo addirittura a -6°C, mentre Londra è a +1°C.
In questo scenario di freddo, l’Italia non sfigura affatto. Stiamo vivendo una nottata freddissima, almeno dalla Sila in sù. Solo in Sardegna, Sicilia e Calabria centro/meridionale le temperature sono un pò più elevate, ma comunque basse, a causa dei disturbi determinati dai contrasti termici Mediterranei. L’irruzione fredda non riuscirà a sfondare in queste aree perchè l’affondo Atlantico sulla Spagna determinerà correnti umide e meridionali nel Mediterraneo centro/occidentale. La saccatura nord Atlantica che sta già determinando maltempo intenso nella penisola Iberica, diventerà una goccia fredda che nei prossimi giorni colpirà Marocco e Algeria fin nell’entroterra del Sahara, tra Tunisia e Libia, dove si vivrà una fase davvero anomala con tanto maltempo e molto freddo. Nel Mediterraneo centro/occidentale nelle prossime 24-36 ore avremo forti temporali, e la linea di demarcazione tra l’ondata di freddo e il richiamo caldo del vortice depressionario sarà proprio nell’Italia occidentale.

L'ultimo aggiornamento della mappa satellitare Italiana

Al momento a Cagliari, Palermo e Trapani infatti, ci sono +10°C con cielo coperto, mentre a Catania piove con +8°C. A Messina il cielo è molto nuvoloso con +11°C; molto nuvoloso anche a Reggio Calabria con +9°C.
Cambia tutto in pochi chilometri, proprio in Calabria dove Crotone è a +5°C e Lamezia Terme a +2°C. In Sila c’è il gelo, con picchi di -10°C a 1.300 metri già alla mezzanotte. Nelle prossime mattine si scenderà fino a oltre -15°C. Dalla Sila in sù, c’è il gelo ovunque. Localmente anche con nubi e instabilità, come sulla Puglia dove sono segnalate nevicate sparse. A Gioia del Colle sta nevicando con +2°C, a Bari è coperto con +5°C, a Marina di Ginosa è nuvoloso con +2°C, a Santa Maria di Leuca con +5°C.
Nel versante Tirrenico abbiamo +4°C a Capo Palinuro, +3°C a Napoli, +2°C a Grazzanise. Roma è già a 0°C, Pescara a -1°C come Perugia, Ancona a +2°C, Grosseto a +4°C con cielo molto nuvoloso, tanto che nelle prossime ore in Toscana potranno esserci delle precipitazioni deboli/moderate, nevose fin a bassissima quota. Intanto, però, su gran parte della Regione è sereno, e Arezzo è già piombata a -4°C mentre Firenze e Pisa sono a -2°C.
In Romagna, Forlì è a -1°C, Cervia a 0°C e Rimini a +1°C. Poi abbiamo -1°C a Bologna e -2°C a Parma.
In pianura Padana c’è il grande gelo. Malpensa e Torino sono addirittura a -7°C, Verona e Bergamo a -6°C, Milano e Brescia a -4°C mentre Treviso e Venezia sono ferme a 0°C. Notevoli anche i -6°C di Bolzano: si tratta di valori misurati intorno alla mezzanotte, che quindi crolleranno ulteriormente in vista delle minime misurate all’alba.

La perturbazione Atlantica sulla penisola Iberica

Nelle prossime ore, infatti, farà ancora più freddo in tutto il Paese: sarà una settimana freddissima, specie nelle ore notturne, con temperature minime molto basse tutti i giorni. Intanto tra le due isole maggiori, nel medio/alto Tirreno (Toscana costiera), nell’Adriatico e nella Calabria meridionale abbiamo disturbi nuvolosi che determinano precipitazioni sparse, nevose fin a quote medio/basse. Nelle prossime ore forti temporali alimenteranno nubifragi tra Malta, Pantelleria e Pelagie, nel Canale di Sicilia, con interessamento anche dell’Agrigentino, e si alzeranno forti venti orientali tra il basso Tirreno, la Sardegna, in Canale di Sicilia e il basso Jonio. Al centro/nord ancora gelo. Per tutta la settimana farà molto freddo, con l’avanzata dell’anticiclone che già da martedì calmerà i venti ovunque e allontanerà ogni tipo di disturbo nuvoloso, determinando altri 2-3 giorni di grande gelo nelle ore notturne. Il freddo di giorno sarà mascherato dal soleggamento, che renderà un pò meno polare il clima nel nostro Paese, ma di notte – complice l’inversione termica – non ci sarà scampo, e anche al sud avremo temperature minime molto molto basse. In pianura Padana persisteranno nebbie e foschie con fenomeni come galaverna e neve chimica, e giornate di ghiaccio in pianura. Ieri, domenica 15, in alcune località le massime non hanno superato lo zero, e potrebbero non farlo per tanti altri giorni …
A medio termine è confermata la nuova irruzione fredda per il prossimo fine settimana, accompagnata dal maltempo: ma di questo parleremo molto nei nostri successivi bollettini.