Meteo: ecco la notte più fredda, poi cambia tutto e le temperature aumenteranno. Nel weekend anticiclone appena scalfito…

    /
    MeteoWeb
    Ci avviamo a un'altra nottata gelida in tutt'Italia...

    L’Italia è ancora nella morsa del freezer polare, e la notte che ci apprestiamo a vivere sarà, per molte località, la più fredda della settimana e, almeno fino al momento, dell’intera stagione invernale. Alle ore 18:00 in pianura Padana le temperature erano già arrivate, in modo diffuso, sui -4°C con picchi di -5°C. Nonostante le nubi, anche sulle coste fa molto freddo con appena +2°C a Trieste. Temperature appena superiori allo zero, invece, nell’Italia centrale con valori tra +1 e +3°C a Roma, Firenze, Perugia, Ancona e Pescara. Ma anche al sud sarà una notte gelida. Sempre alle 18:00, Lecce e Grazzanise misuravano appena +3°C: domattina andranno abbondantemente sottozero. In Calabria e Sicilia i valori più bassi sono quelli di Catania e Lamezia Terme, già a +6°C. Anche qui domattina si scenderà sotto lo zero.

    Torna l'Anticiclone delle Azzorre, mentre nel nord Europa arrivano nuove tempeste Atlantiche

    Quella di domani mattina, però, sarà l’ultima alba di gelo per il nostro Paese, anche se farà fresco poi anche venerdì seppur non in modo paragonabile alle ultime giornate.
    L’irruzione fredda degli ultimi giorni, quindi, sta per concludersi e la situazione cambierà nuovamente, con il ritorno dell’anticiclone delle Azzorre, spinto sul Mediterraneo da un grande vigore della corrente a getto che continuerà ad alimentare un vortice polare intorno all’Artico, ad altissime latitudini. Nuove tempeste, infatti, sferzeranno l’Europa centro/settentrionale e le temperature aumenteranno in modo deciso in tutto il continente.
    Continuano ad essere evidenti, nei centri di calcolo, le ripercussioni degli errori di inizializzazione dei dati delle boe Atlantiche che ne stanno compromettendo la validità. Gli ultimissimi aggiornamenti, infatti, hanno completamente cancellato ogni tipo di velleità ancora fredda e perturbata per il fine settimana, in cui avremo prevalentemente bel tempo e temperature abbastanza piacevoli, in linea con le medie o addirittura superiori, su gran parte del territorio Italiano. Solo tra venerdì e sabato mattina avremo una fugace sfuriata instabile al centro/sud con venti moderati/forti per qualche ora e deboli precipitazioni, prima nelle zone Tirreniche e poi in quelle Adriatiche, Joniche e meridionali in genere. Ma sarà davvero poca roba, con lievissime spolverate di neve in montagna.
    E’ inutile dire, infine, che alla luce dell’attuale situazione è assolutamente inutile spingersi oltre nelle previsioni. Attendiamo nuovi aggiornamenti per capire l’evoluzione che, a questo punto, è assolutamente incerta e sempre in bilico anche a 3/4 giorni di termine. E proprio per questo motivo, aggiorneremo con più frequenza del solito il nostro MeteoNotiziario, anche perchè siamo nello snodo cruciale della stagione invernale. Nei prossimi giorni capiremo qual’è il destino definitivo della fase “clou” dell’inverno 2011/2012, continuate a seguirci.