Meteo gennaio, per Maracchi sarà un mese con forti sbalzi termici: “ondate di gelo alternate a risalite calde”

MeteoWeb

Un’alternanza ripetuta di ondate di freddo e di caldo (relativo), con rapidi saliscendi delle temperature e oscillazioni – in un senso o nell’altro – fino a 10 gradi. E’ lo scenario delle prossime settimane disegnato da Giampiero Maracchi, direttore dell’Istituto di biometeorologia del Cnr di Firenze. “E’ un fenomeno non nuovo – spiega il professore – legato al fatto che l’Italia si trova su una dorsale che separa le masse d’aria atlantiche da quelle polari settentrionali: essendo il paese morfologicamente molto ‘stretto’, bastano spostamenti di correnti di appena 200 chilometri per determinare questo tipo di condizioni. Quello che dobbiamo aspettarci sono periodi di 5-7 giorni di temperature rigide e, subito dopo, periodi della stessa lunghezza con temperature decisamente piu’ elevate“. Complici anche questi continui sbalzi, per tutto il mese le piogge dovrebbero essere limitate, e dovrebbero interessare per lo piu’ le regioni meridionali.