Neve da record in Canada e Alaska

MeteoWeb

Negli Stati Uniti d’America l’inverno non ha ancora dato il meglio di sè, a causa di una situazione barica molto simile a quella Europea: corrente a getto molto forte e vortice polare velocissimo in rotazione intorno al polo. Più a nord, però, tra Canada settentrionale e Alaska, si sono verificate nevicate da record. Negli ultimi giorni del 2011 l’isola di Vancouver è stata sommersa da nevicate eccezionali con oltre 100cm di neve in meno di 24h nele zone più colpite. La precipitazione nevosa più imponente è stata quella che tra martedì 28 e mercoledì 29 dicembre ha fatto cadere nella città di Victoria ben 80cm di neve fresca. I soli 64cm caduti nella giornata di mercoledì bastano per superare il precedente record di neve della città, stabilito nel lontanto dicembre del 1996. A Montreal e Toronto, invece, sono cadute solo 15cm di neve. Record anche a Vancouver con 41cm in un giorno, come non succedeva, nel mese di dicembre, proprio dal 1996.

Ma se quelli Canadesi sono solo record di neve giornaliera massima mensile, in Alaska la situazione è stata molto molto più seria. L’U.S. National Weather Service dell’Alaska ha pubblicato le statistiche sulla stagione nevosa nella zona di Valdez, città situata in un piccolo golfo interno sulla costa meridionale dello Stato americano.
Il mese di Dicembre appena trascorso, ha presentato il record storico di nevosità con una quantità complessiva di 386,6cm di neve al suolo.
E’ stato superato il record precedente che risaliva al dicembre del 1991, con 348,1 cm.
La normale nevosità per la città è pari a 182,6 cm, in pratica ha nevicato più del  doppio rispetto alle medie storiche!
Riguardo invece alla stagione più nevosa, adesso è in pericolo il record stabilito nel 1989-90, quando caddero complessivamente 1422,4 cm di neve a fronte di una media di 815cm. Quest’anno, fino al 5 gennaio, sono caduti ben 626,4cm di neve. E ancora in queste aree nevicherà per quattro mesi interi …