Paura in Costa Rica per una possibile “enorme” eruzione del vulcano Turrialba, ma al momento “non c’è motivo di allarmarsi troppo”

MeteoWeb

Il Costa Rica è allarme per le “turbolenze” del vulcano Turrialba, che da settimane continua a emettere cenere e gas, alcuni giorni in modo violento come all’inizio della scorsa settimana, in cui si è verificata un’eruzione più violenta. Dopotutto gli esperti della “Sismológica Red Nacional” (RSN) e dell’ Observatorio Vulcanológico y Sismológico (OVSICORI) tendono a rassicurare i residenti nell’area spiegando che il vulcano si è calmato dopo l’ultima eruzione e non c’è motivo di ulteriori allarmi. Tuttavia nel weekend una nuova emissione di cenere è stata accompagnata da una leggera attività sismica, e i cittadini che abitano nei villaggi alle pendici del vulcano si sono nuovamente spaventati.

Gli esperti ricordano che questa è un’attività assolutamente normale per un vulcano attivo come il Turrialba, e che gli abitanti che circondano l’area vulcanica, i cui principali centri sono Alvarado e Jimenex, non dovrebbero allarmarsi troppo perchè non ci sono situazioni di emergenza. La commissione nazionale delle emergenze, infatti, mantiene l’allarme sul livello “verde”, il meno pericoloso.