Roma: Fiat e Acea insieme per costruire una mobilità sostenibile nella Capitale

MeteoWeb

Fiat e Acea insieme per sviluppare un progetto pilota che mettera’ a disposizione della multiutility romana 80 veicoli commerciali a trazione elettrica. L’accordo e’ stato presentato questa mattina in piazza del Campidoglio, alla presenza del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, e del sindaco di Roma Gianni Alemanno. Il memorandum d’intesa prevede la fornitura di Fiat Fiorino cargo elettrici ad Acea: 40 sono stati consegnati all’azienda e altri 40 arriveranno a breve, per integrare un parco auto di circa 3mila mezzi. “L’impegno per la progressiva emarginazione delle automobili tradizionali dal centro della capitale ha tutto il nostro sostegno” e “in una chiave di sostenibilita’ che lega la mobilita’ alla qualita’ della vita complessiva, il ministero e’ al fianco del sindaco Alemanno”, ha affermato Clini sottolineando che “il ministero dell’Ambiente sta lavorando da anni, con Roma, per la mobilita’ sostenibile: nell’ultimo anno e mezzo siamo riusciti a dare una grande accelerata” e questo approccio “dovra’ essere integrato con una gestione del traffico che consenta, per esempio, di ampliare le zone pedonali o comunque quelle con ridotta circolazione”. In Campidoglio erano presenti anche il presidente e l’ad di Acea, Giancarlo Cremonesi e Marco Staderini, il direttore vendite e marketing Europa di Fiat Lorenzo Sestino, l’assessore capitolino all’Ambiente Marco Visconti. “Oggi a Roma e’ giorno di targhe alterne – ha evidenziato il sindaco Alemanno -, una misura che crea disagio ai cittadini. E vorrei quindi che questa giornata servisse a riflettere sul fatto che la normale auto a benzina, per muoversi nella citta’, debba essere gradualmente dismessa, di pari passo con un potenziamento mezzi pubblici. Oggi Acea fa un passo molto importante nei confronti della mobilita’ sostenibile, incidendo proprio su quei mezzi che girano di piu’ nella citta’ e che transitano nel centro storico – ha concluso il primo cittadino della capitale – e la scelta fatta insieme alla Fiat dimostra che c’e’ la possibilita’ di investire sulle nostre tecnologie e sul nostro sviluppo industriale”.