Un vino al sapore di meteorite

MeteoWeb
Il Cabernet Sauvignon chiamato "meteorito"

Tra le tante iniziative a cui siamo abituati a leggere quotidianamente, questa occupa certamente un posto di rilievo. Ai vari profumi attribuiti dagli enologi al vino, sta per aggiungersi il “retrogusto meteorite”. Il sito Discovery Channel, riferisce che un produttore cileno, ha lanciato un Cabernet Sauvignon chiamato “meteorito”, fatto invecchiare appositamente in botte con un frammento di asteroide risalente a 4,5 miliardi di anni fa. “Sono stato interessato al vino e all’astronomia per molti anni – spiega l’inventore del Meteorito, Ian Hutcheone volevo trovare un modo per combinare le due cose“. Il frammento di 7 cm gli è stato donato da un collezionista statunitense, ed è stato prelevato da un meteorite caduto circa 6 mila anni fa nel deserto di Atacama. Ma dov’è possibile bere questo vino spaziale? L’unico luogo è rappresentato dall’osservatorio astronomico a circa 100 chilometri a Sud Ovest di Santiago, fondato dallo stesso produttore. “L’idea di immergere un meteorite nel vino mi è venuta per poter dare a tutti la possibilità di toccare qualcosa che viene dallo spazio – spiega – il Cabernet risultante ha un profumo più deciso“. Un’inizitiva decisamente stravagante ed esclusiva quindi, ma riuscirà a guadagnarsi la fiducia degli scettici? Ai posteri l’ardua sentenza.