Allerta meteo della protezione civile: “domani abbondanti nevicate al centro/sud”

MeteoWeb

Neve domani al Centro-Sud ”con quantitativi moderati o localmente elevati”. Lo sottolinea il Dipartimento della Protezione civile, che ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteo. Un nucleo di aria artica ”domani raggiungera’ la nostra Penisola e la attraversera’ da Nord a Sud generando una fase di diffuso maltempo con nevicate fino a quote basse, venti forti e locali rovesci o temporali sul basso versante tirrenico”, sottolinea il Dipartimento della Protezione Civile, che ha emesso ”un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso ieri e che prevede ”dalle prime ore della giornata di domani, nevicate fino a quote di livello del mare su Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise con cumulate complessive elevate o molto elevate sulle zone adriatiche ed appenniniche. Su Lazio e Campania la neve cadra’ dapprima al di sopra dei 100-300 metri e, successivamente fino al livello del mare con quantitativi moderati o localmente elevati”. ”Neve anche in Sardegna, Basilicata e Puglia inizialmente a quote collinari – in progressivo calo fino al livello del mare sull’Isola – con quantitativi deboli o localmente moderati. Quantitativi deboli o localmente moderati su Sicilia e Calabria dove le precipitazioni nevose si prevedono al di sopra dei 600-800 metri”.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 9 febbraio 2012

FENOMENI SIGNIFICATIVI O AVVERSI PER IL GIORNO 10 FEBBRAIO 2012

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sui settori appenninici dell’Emilia Romagna e sulla Romagna e su Marche, Umbria orientale, Abruzzo, settori orientali e meridionale del Lazio, Molise, Campania, Puglia settentrionale, settori tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse, anche a carattere di rovescio, sulle restanti regioni centro-meridionali e resto Emilia-Romagna, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– deboli nevicate sparse la mattina su Piemonte, Liguria, Lombardia e Valle d’Aosta.

Nevicate:

– a tutte le quote sulle regioni centro-settentrionali, salvo momentanei innalzamenti al di sopra dei 100-300 m su Lazio e Molise, con apporti al suolo generalmente moderati o puntualmente elevati sui settori appenninici e sulle zone interne;
– al di sopra dei 200-400 m su Campania, Basilicata, Puglia centro-settentrionale e Sardegna, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad elevati sull’Appennino;
– al di sopra dei 600-800 m su Calabria e Sicilia, con apporti al suolo moderati.

Visibilità: ridotta durante le precipitazioni nevose.
Temperature: in calo anche sensibile le massime al Centro-Nord; diffuse gelate al nord e nelle zone interne del Centro-Sud.
Venti: di burrasca o burrasca forte nord-orientali su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Liguria, Marche, Toscana ed alto Lazio; forti nord-orientali, con raffiche di burrasca, sul resto del Centro; forti settentrionali con raffiche di burrasca sulla Sardegna; tendenti a forti sud-occidentali con raffiche di burrasca sulle regioni meridionali, sulla Puglia sud-orientali.
Mari: molto mossi o agitati tutti i bacini a partire da quelli di ponente, localmente molto agitati il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia.

FENOMENI SIGNIFICATIVI O AVVERSI PER IL GIORNO 11 FEBBRAIO 2012

Precipitazioni: da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio, su tutte le regioni centro-meridionali e sull’Emilia Romagna, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie sui settori Romagnoli, sulle Marche e sui settori tirrenici di Campania, Basilicata e Calabria.

Nevicate:

– a tutte le quote su Emilia Romagna e regioni centrali;
– al di sopra dei 200-400 m su Campania, Basilicata, Puglia centro-settentrionale e Sardegna;
– al di sopra dei 600-800 m su Calabria e Sicilia.

Visibilità: ridotta durante le precipitazioni nevose.
Temperature: senza variazioni di rilievo; diffuse gelate al nord e nelle zone interne del Centro-Sud.
Venti: di burrasca o burrasca forte nord-orientali su sulle zone adriatiche settentrionali, su Toscana ed alto Lazio; forti settentrionali su Liguria e Sardegna; localmente forti da ovest-sud-ovest sulle regioni meridionali, in attenuazione.
Mari: agitato l’Adriatico settentrionale e il Mar di Sardegna; molto mossi i restanti bacini.