Bufere di neve un pò ovunque da nord a sud: l’Italia è nella morsa di gelo e maltempo, il punto

MeteoWeb

E’ gelo e neve su tutta l’Italia, dal Nord al Sud, e il freddo restera’ sino almeno a meta’ della prossima settimana. Per fronteggiare l’emergenza, il ministero della Salute ha istituito un’unita’ di crisi straordinaria presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministero per seguire l’evolversi della situazione del maltempo per quanto riguarda ospedali e strutture di competenza del Dicastero, con l’obiettivo di garantire ai cittadini i servizi essenziali. Dall’inizio dell’emergenza maltempo, ha riferito il Viminale, sono stati impiegati 21mila vigili del fuoco. E nel tardo pomeriggio l’attesa nevicata ha riguardato anche Roma: dapprima i fiocchi sono scesi sui quartieri settentrionali e orientali, poi sul centro storico. Nella capitale e’ scattato il Piano neve per i trasporti pubblici, mentre una clochard di 42 anni e’ morta per il freddo a Roma nord. Situazioni di disagio nelle Marche e in Emilia Romagna, ma anche in Toscana, Umbria e Abruzzo, Campania, alta Calabria e Puglia. La circolazione ferroviaria si sta svolgendo con regolarita’ secondo il Piano Neve di Ferrovie dello Stato, mentre sono stati cancellati alcuni voli Roma-Milano. Attivati i Piani Neve anche in tutti gli aeroporti interessati alla nuova ondata di maltempo, con disagi tuttavia a Firenze e Ancona. In molte localita’ le temperature continuano a essere rigide, con formazione di ghiaccio. Proprio il ghiaccio ha causato moltissimi incidenti. Imbiancata l’intera rete autostradale. In Umbria l’equipaggio di una ambulanza e’ rimasto bloccato in mezzo a una tormenta di neve a Sigillo, in provincia di Perugia, ed e’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per soccorrerlo. Nell’alta Irpinia il consigliere comunale di Bisaccia, Pasquale Gallicchio, ha lanciato un appello accorato: “Siamo disperati e non ce la facciamo piu’. Qui mancano i mezzi, manca anche il carburante e lottiamo contro 4 metri di neve. Ci sono famiglie isolate in tutta la zona”. Anche nel Lazio, ha detto la presidente Renata Polverini, “e’ ancora emergenza e domani continuera’ a nevicare”; nella Regione comunque, ha riferito Polverini, l’Enel ha certificato la riattivazione del 99% della rete elettrica regionale. Bufere di neve anche in diverse zone della Puglia, mentre e’ rischio crollo per il peso della neve il Palazzo ducale di Urbania (Pesaro-Urbino), dove il sindaco della cittadina del pesarese, Giuseppe Lucarini, ha deciso di disporre la chiusura della Sala del Trono dopo il sopralluogo effettuato insieme al direttore del museo. A Rimini oltre 150 persone sono state evacuate nell’entroterra, in particolare in alta Valmarecchia. Ed e’ polemica per le catene da neve vendute a peso d’oro in alcuni negozi di Roma e Provincia: e’ quanto ha accertato la Gdf della Capitale. Infine una nota polemica: “Grottesco dichiarare l’emergenza maltempo solo ieri, e non una settimana fa”. Lo scrive l’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso in una lunga lettera pubblicata sul suo sito web. “Grazie neve, per averci aiutato a capire che la Protezione Civile ci serve”, ha aggiunto.