Caccia alle catene da neve, prezzi alle stelle. Attenzione a quelle non a norma

MeteoWeb

Con la neve e il gelo si e’ ‘aperta’ la caccia alle catene da auto che, esaurite in numerosi negozi della capitale, hanno visto schizzare i prezzi a danno dei cittadini. Ma le insidie non sono solo quelle legate ai costi impazziti: e’ bene infatti fare attenzione, avvertono gli esperti, alla qualita’, scegliendo solo catene ‘a norma’, ovvero contrassegnate dallo specifico marchio Uni che diventera’ obbligatorio da aprile 2013. In alternativa, per far fronte all’emergenza, possono essere utilizzate anche gomme invernali. La norma prevede ad esempio che gli elementi della catena a contatto con il battistrada devono avere forma tale da realizzare una buona presa sulla neve e sul ghiaccio senza pregiudicare il comportamento del veicolo sul bagnato. Le catene devono consentire un incremento di aderenza sia in senso longitudinale (spunti in salita, frenata) sia in senso trasversale (tenuta in curva), per garantire al veicolo sicurezza nella marcia su strade innevate o ghiacciate. Le catene “a norma” devono inoltre essere sottoposte a prove di resistenza alla trazione, all’usura e alla corrosione, a prove per verificarne l’aderenza al battistrada, il comportamento generale su strada e la reale efficacia nell’utilizzo. Le prove vengono effettuate sia in laboratorio che su strada (su fondo stradale ghiacciato e innevato). Dal 1 aprile 2013 potranno essere commercializzate esclusivamente catene da neve contrassegnate con il marchio UNI. In alternativa, i fabbricanti saranno tenuti a garantire, attraverso adeguati mezzi di attestazione, un livello di sicurezza, di affidabilità e di informazione dell’utilizzatore equivalenti a quelli previsti dalla norma UNI 11313.