Due morti per il freddo nel cosentino

MeteoWeb
La Calabria

Due persone sono state trovate morte questa mattina a Campana, centro del cosentino dove la neve e il freddo e’ pungente in questi giorni. Lo ha reso noto il sottosegretario alla Protezione civile della Calabria, Franco Torchia, che questa mattina ha partecipato all’incontro convocato dal governo questa mattina. Torchia ha dichiarato che il sistema integrato di Protezione civile in Calabria ha funzionato, anche grazie alla collaborazione dei prefetti che hanno costantemente monitorato la situazione. Anche il coordinamento con i rappresentanti dell’Enel, nonostante tutti problemi derivanti dalle infrastrutture obsolete, ha funzionato meglio che in altre regioni. ”Oggi – ha detto Torchia – fortunatamente nessun Comune della Calabria e’ piu’ isolato, anche se molte utenze elettriche non sono ancora attive. L’intervento dei Vigili del fuoco e degli operai dell’Afor in alcuni casi e’ stato essenziale per prestare soccorso ai cittadini. La situazione della rete idrica e’ sotto controllo, anche se sussistono delle criticita’ che stanno arrivando a soluzione. Ovviamente – ha aggiunto il sottosegretario regionale- siamo preoccupati per la tempesta in arrivo, e comunque nelle prossime ore metteremo in preallerta le associazioni di volontariato che rappresentano il nocciolo duro del sistema di protezione civile”.