Emergenza neve a Bologna: 8,6 milioni di euro di danni

MeteoWeb

L’emergenza neve delle scorse settimane a Bologna ha creato un buco di bilancio di 8,6 milioni di euro. Sono i primi numeri ufficiali forniti dall’ Amministrazione dopo le polemiche dei giorni scorsi e comprendono sia la quota destinata al gestore del servizio neve (7,3 milioni), che le spese per la pulitura delle scuole (848.210 euro) e gli interventi sugli alberi (80 abbattimenti e 200 potature che sono costate 386.236 euro). Una mazzata pesantissima sulle casse comunali, gia’ provate da circa 50 milioni di tagli per il prossimo bilancio. Tanto che il vicesindaco Silvia Giannini ha sospeso l’iter di approvazione della manovra, che aveva gia’ avuto l’ok dei sindacati. Giannini, che ha la delega al bilancio, ha escluso ritocchi dell’Imu (ipotizzati da qualche compagno di giunta) e ha chiamato in causa il Governo: ”Mantenga le promesse, deve valere il principio di solidarieta’ nazionale”. L’assessore Luca Rizzo Nervo, che ha gestito i giorni ‘caldi’ dell’emergenza maltempo, ha ripetuto che ”si e’ trattato del piu’ importante evento nevoso dell’ultimo secolo in citta”’.