Emergenza neve in Umbria, raggiunte le famiglie isolate a Caicocci e Castelvecchio-Preggio

MeteoWeb

Dopo le abbondanti nevicate che nei giorni scorsi hanno interessato il territorio di Umbertide (Perugia) la situazione e’ tornata alla normalita’. L’Amministrazione Comunale pero’ sta gia’ predisponendo tutte le misure necessarie per affrontare il peggioramento delle condizioni climatiche previsto per il fine settimana. Intanto questa mattina il personale del Magazzino comunale, insieme al Gruppo comunale di Protezione Civile, ha raggiunto l’ultima persona rimasta isolata nel comprensorio umbertidese, un anziano residente in localita’ Olivello che e’ stato accompagnato presso parenti a Perugia. Liberate anche le strade che conducono alle abitazioni di altre quattro famiglie residenti tra Caicocci e Castelvecchio-Preggio, isolate da circa sette giorni. Queste e tutti i cittadini residenti in zone impervie del territorio comunale, sono stati invitati a fare scorte di viveri o a trasferirsi altrove in vista del prossimo fine settimana, quando, se le previsioni meteorologiche saranno confermate, le strade potrebbero tornare ad essere impercorribili. Da questa mattina e’ completamente raggiungibile anche la frazione di Preggio: qui, oltre alle abbondanti nevicate, le forti raffiche di vento hanno creato accumuli di neve alti anche oltre due metri, che hanno di fatto bloccato ogni accesso al centro abitato e si teme che tale situazione possa ripetersi anche nei prossimi giorni. Sempre a Preggio e’ stato liberato dalla neve anche un allevamento di bestiame, isolato da sette giorni. Per quanto riguarda invece la situazione dell’abitato di Umbertide, si continua a spargere sale sulle vie della citta’ e sulle strade asfaltate di campagna per evitare la formazione di ghiaccio e rendere piu’ sicura la circolazione dei veicoli mentre nei prossimi giorni verranno rimossi i rami caduti o tagliati a causa delle abbondanti nevicate adagiati ai bordi delle strade. Inoltre verra’ verificata la stabilita’ dei pini di via Roma e si provvedera’ al taglio di quelli che risulteranno pericolosi. Situazione tornata alla normalita’ anche a Pierantonio dove lo scorso fine settimana era rimasto bloccato un centinaio di tir a causa del divieto di circolazione per i mezzi pesanti sulla E 45.