Emergenza neve nel pesarese, “situazione drammatica”

MeteoWeb

“Siamo la provincia piu’ colpita d’Italia: la situazione e’ drammatica. Stiamo facendo il massimo con le risorse che abbiamo, c’e’ grande collaborazione tra istituzioni, forze dell’ordine e cittadini ma abbiamo urgentemente bisogno d’aiuto”. E’ l’appello del presidente della Provincia di Pesaro-Urbino, Matteo Ricci, che ha raggiunto nel pomeriggio Mercatino Conca, Sassofeltrio, Monte Cerignone e Montegrimano, alcuni tra i comuni dell’alto Montefeltro maggiormente messi in ginocchio dalla bufera di neve che si sta abbattendo in queste ore nel pesarese. “Nell’entroterra ci sono oltre 3 metri di neve – ha spiegato -. Anche Urbino rischia di essere tagliata fuori. La protezione civile conferma che siamo il territorio piu” flagellato dalla tormenta e le previsioni sono pessime anche per le prossime ore”. In tutta l’entroterra ci sono decine di frazioni isolate e la richiesta di Ricci e’ di “immediati rinforzi”. Nella provincia di Pesaro-Urbino sono in arrivo alcuni mezzi militari e uomini, anche da Pordenone e Belluno. “Ma non bastano – ha detto il presidente della Provincia, Matteo Ricci -, perche’ la situazione e’ veramente drammatica”. Ma c’e’ un’ulteriore preoccupazione: “Il grande pericolo – ha evidenziato – viene anche dai tetti di capannoni, stalle, edifici di vario genere. Decine sono gia’ crollati per il peso della neve, per altri il rischio e’ enorme”. Se queste sono le strette priorita’ del presente, si guarda anche al capitolo dei conti economici: “I danni sono incalcolabili – ha dichiarato Ricci -: le prime stime parlano di milioni e milioni di euro. Il territorio e’ in ginocchio: ci attendiamo sicuramente un sostegno dal governo, perche’ da soli non possiamo farcela”.