Il mistero del satellite spia Lacrosse 5 degli Stati uniti, capace di rendersi periodicamente quasi invisibile

MeteoWeb

Il 30 aprile 2005, da Cape Canaveral su un Titan IV-B, è stato lanciato il quinto satellite della serie Lacrosse. Si tratta di nomi in codice di satelliti spia dell’Ufficio Nazionale per la Ricognizione degli Stati Uniti. Teoricamente la presenza di questi satelliti non è ufficiale, ma varie prove, tra cui questa che mostriamo, ne attestano la reale esistenza. Sono in grado di “penetrare” sino ad una certa profondità nel terreno, “spiando” vari obiettivi. Una incredibile particolarità del quinto satellite della serie, è quella che nel giro di pochi secondi può letteralmente sbiadire per più di tre grandezze astronomiche, in quello che rimane un assoluto mistero. Per cercare di capirne di più, l’astrofotografo francese Thierry Legault, ormai famoso per altre osservazioni effettuate, ha usato la sua localizzazione del telescopio per fotografarlo mentre si trovava a 784 chilometri sopra Parigi, lo scorso 15 Gennaio 2012. “Durante il passaggio la luminosità del satellite è diminuita improvvisamente di 10 volte in soli 4 secondi, perdendo 2,5 magnitudini”, descrive l’astrofotografo, che poi aggiunge: “dopo circa 33 secondi ha riacquistato la sua luminosità originale. Lacrosse 5 mostra molto spesso questo comportamento molto singolare, ed altri osservatori statunitensi l’hanno soprannominato “disappearing trick”. Altri satelliti della stessa serie non presentano lo stesso fenomeno, almeno non sino a questo punto, suggerendo che la progettazione dell’ultimo satellite si differenzia dai suoi predecessori. La dissolvenza è probabilmente causata da una sorta di “auto sparizione” che avviene in una parte della navicella. Nessuno sa se si tratti di una tecnologia adottata affinchè il satellite periodicamente possa non essere visto, o se si tratta di un fenomeno casuale dovuto a particolari ombre che ne nascondono la visuale. Nemmeno Legault attraverso la sua indagine è riuscito a risolvere il mistero. La causa di tutto questo, nonché la forma precisa del satellite, rimane ad oggi sconosciuta. Nel video qui in basso il satellite è stato ripreso prima che scomparisse.