Il violento ciclone Giovanna sta sferzando il Madagascar: prima vittima e vasti blackout elettrici

MeteoWeb
L'immagine satellitare a Microonde mostra il processo della rigenerazione dell'occhio della tempesta

Il ciclone Giovanna, categoria 4, e’ arrivato sulla costa orientale di Madagascar, dove ha provocato gia’ un morto e blackout elettrici. Secondo le autorita’ dell’isola, la vittima e’ stata colpita da un palo della luce spezzato dalla tempesta a Brickaville. Nella citta’ costiera di Tamatave per il secondo giorno scuole e uffici restano chiusi. “Tamatave e’ una citta’ fantasma”, ha raccontato un residente. “Le strade sono deserte”. Nella capitale Antananarivo, dove e’ stato diramato un avviso di “pericolo imminente” e ci sono piogge torrenziali, le autorita’ hanno tagliato l’elettricita’ e gli abitanti sono stati invitati a restare a casa. Secondo gli esperti della Nasa, l’agenzia spaziale Usa, le immagini satellitari indicano che Giovanna al momento porta venti con velocita’ fino a 231 km orari, ma che perdera’ forza attraversando la terraferma di Madagascar. Secondo la Nasa, il ciclone potrebbe poi riguadagnare di nuovo potenza in mare nel previsto viaggio verso le coste del Mozambico. Madagascar e’ colpita spesso da cicloni dell’Oceano Indiano nel periodo fra febbraio e maggio. Nel 2008 il Ivan uccise 80 persone e lascio’ 200.000 persone senza tetto.