La situazione meteo: in alcune zone è tornato a splendere il sole ma in altre nevica ancora e l’allerta continua

MeteoWeb
L'Italia centrale vista dal satellite oggi alle 12:00

In molte regioni e’ tornato a far capolino il sole, che sta contribuendo a far risalire lentamente le temperature, che tuttavia rimangono ancora decisamente sottozero in gran parte del Nord. Nella notte le città più “calde” sono state Lecce, Brindisi, Messina e Reggio Calabria con una temperatura minima di appena +5°C. Freddo anche a Bari e Catania, che hanno misurato +4°C, e a Trapani (+3°C). Altrove gelo ovunque: -1°C a Pescara, Genova e Olbia, -2°C a Cagliari, Latina e Grosseto, -3°C a Firenze, Roma, Arezzo e Alghero, -4°C a Rimini, Cervia e Ancona sotto le tormente di neve, -5°C a Treviso, Forlì, Ferrara e Venezia, -6°C a Trieste e Bologna, -7°C a Bolzano, Verona e Brescia, -8°C a Bergamo e Torino, -10°C a Milano, -12°C a Piacenza. Ancora sotto i fiocchi l’Emilia Romagna, con cumuli di oltre 4 metri in montagna, e le Marche, colpita da vere e proprie bufere, che hanno provocato il crollo di centinaia di stalle e capannoni. Nell’occhio del ciclone anche la Calabria, ancora nella morsa del freddo e delle piogge e con nevicate intense sopra i 300/600 metr, in base alle varie areei. Situazione difficile in Friuli Venezia Giulia e a Trieste, dove la bora soffia sempre a 120 km/h, molte strade sono interdette al traffico e anche domani le scuole resteranno chiuse. A Roma, secondo la Protezione civile, non c’e’ nessuna criticita’. L’allerta però continua: ancora nevicate sparse, specie al centro/sud, nelle prossime ore e, soprattutto, tanto freddo anche per tutta la settimana entrante. Vediamo com’è la situazione Regione per Regione:

Il freddo durerà ancora a lungo

PIEMONTE – Dopo giorni di neve e di cielo coperto Torino si e’ svegliata sotto il sole ma con temperature non esattamente primaverili: alle nove del mattino il termometro non superava i tre gradi e mezzo sotto zero. Nella notte, inoltre, e’ ancora caduto qualche fiocco.
LOMBARDIA – Tutto regolare in Lombardia sul versante neve: non ci sono precipitazioni in atto fatta eccezione nel Mantovano. Non si registrano al momento problemi per la circolazione sulle maggiori reti stradali e autostradali ne’ sulle linee ferroviarie e negli aeroporti. Qualche disagio al traffico c’e’ in provincia di Mantova. Intenso e’ invece dappertutto il freddo e le temperature sono piuttosto rigide. Complessivamente, la Polstrada segnala che il maltempo non sta provocando conseguenze di rilievo anche se per il gelo sulle carreggiate ribadisce la necessita’ di moderare la velocita’. Si chiede anche di prestare attenzione negli svincoli di entrata e uscita dei capoluoghi. I treni sono puntuali: Trenord rende noto che i convogli delle Ferrovie Nord (i locali) per il 94% dei convogli arrivano entro 5 minuti dall’orario previsto e negli stessi tempi giungono il 90% di quelli Rfi (a lunga percorrenza). Perfettamente operativi sono gli scali milanesi di Linate e Malpensa. L’area territoriale in cui invece nevica e vi sono alcuni disagi e’ quella del Mantovano: dopo la tregua della notte, questa mattina sono riprese copiose precipitazioni in particolare nell’Oltrepo’, ai confini con l’Emilia. Qui le strade sono tutte imbiancate. Il traffico procede in maniera difficoltosa anche se, data la giornata festiva, e’ molto ridotto.
TRENTINO ALTO ADIGE – Il classico clima invernale non provoca disagi. Le nevicate quest’anno sono state paradossalmente scarse e la domenica e’ fredda come si conviene in queste giornate di febbraio. La temperatura piu’ bassa tocca sempre a Cima Libera con -20,8 gradi, ma siamo a quota 3.400.
VENETO – In mattinata e’ scesa la neve; la precipitazione insistente, ma non intensa, ha riguardato tutta la regione compresa Venezia. In tutti i comuni gia’ nella notte erano scattati i piani di prevenzione con lo spargimento di sale lungo le strade principali e a maggior scorrimento. Ed e’ ancora gelo in regione con le temperature minime che hanno toccato i -24 gradi nella piana di Marcesina nel vicentino e i -12 a Cortina d’Ampezzo.

Nevicate nel Sassarese, fin sulle coste

EMILIA ROMAGNA – Continua a nevicare sull’Emilia Romagna. La situazione piu’ critica in Romagna, nel Cesenate e nel Riminese: in montagna la coltre ha raggiunto ormai i quattro metri d’altezza. Neve anche sulla A14 tra Bologna e la Romagna. Chiusi gli scali di Rimini e Forli’, operativo invece quello di Bologna.
TOSCANA – E’ spuntato anche il sole oggi in alcune zone della Toscana ma nell’Aretino ci sono ancora alcune frazioni isolate a Sestino (al lavoro anche l’esercito) mentre a Badia Tedalda il crollo del tetto di una stalla ha fatto morire una ventina di cavalli. Situazione critica anche nel Grossetano, a Castell’Azzara, Sorano e Pitigliano, dove i cumuli di neve raggiungono anche i 3 metri.
MARCHE – Per tutta la notte e la mattinata, Ancona e le Marche sono state investite da nuove bufere di neve. Cumuli di 80-100 centimetri formati dal vento hanno nuovamente ostruito le vie di accesso a molte frazioni di Ancona e del Montefeltro, mentre in provincia di Pesaro sono 22 le strade provinciali interdette al traffico. Chiuso l’aeroporto delle Marche, percorribile invece l’autostrada. Anche oggi centinaia di interventi dei vigili del fuoco per stalle e capannoni crollati sotto il peso della neve.
ABRUZZO – Si e’ esaurita nella nottata appena trascorsa, lasciando le autostrade regolarmente percorribili, la seconda ondata di maltempo che ieri si e’ abbattuta sulle autostrade A24 e A25. Nessuna precipitazione nevosa sull’A14. L’aeroporto d’Abruzzo dal pomeriggio di ieri e’ operativo sia per i voli in partenza, sia per quelli in arrivo. Nel frentano, a Lama dei Peligni, per un pericolo slavina sono state evacuate 11 famiglie. Si attende l’arrivo di un elicottero della Forestale per il sorvolo della zona ed il monitoraggio della tenuta dell’ammasso di neve che rischia di cadere a valle da 1.300 metri di altitudine. La concessionaria A24/A25 ‘Strada dei Parchi’ smentisce la notizia diffusa da alcuni mezzi di informazione di un incidente in autostrada a causa delle operazioni antineve: ”La notizia non risulta alla sala operativa della Concessionaria, ne’ – afferma – alla sala operativa della Polizia Stradale”. La viabilita’ non autostradale in regione e’ interessata da diverse limitazioni per le abbondanti nevicate: chiusa la strada per Campo Felice (L’Aquila), dalla stazione di Tornimparte, ed e’ interdetta la viabilita’ esterna al casello di Tagliacozzo dell’A24. All’Aquila, le nevicate riprese abbondanti nel pomeriggio di ieri si sono esaurite nel giro di poche ore. Stessa cosa a Pescara. Qui sono soprattutto gli alberi pericolanti o caduti e i tetti appesantiti dalla neve a tenere impegnati i Vigili del fuoco. Disagi per i cittadini si registrano soprattutto ai Colli di Pescara e in alcune aree di Montesilvano (Pescara), dove diverse zone sono rimaste senza acqua corrente a causa di guasti alle condotte.

L'estremo sud visto dal satellite: da notare la tanta neve presente in Sicilia!

UMBRIA – Bella giornata di sole oggi praticamente in tutta l’Umbria, con temperature pero’ di poco inferiori o di poco superiori allo zero, a seconda delle localita’ (a Colfiorito stamani si registrano meno sette gradi). Uomini e mezzi sono al lavoro per riaprire le vie secondarie e raggiungere case ancora isolate nelle campagne dopo le forti nevicate degli ultimi giorni.
CAMPANIA – Dopo le abbondanti nevicate delle scorse ore nelle aree interne della Campania la priorita’ nelle aree interne della Campania e’ rappresentata dalla verifica degli edifici la cui stabilita’ potrebbe essere compromessa dalla neve che si e’ accumulata. Percorribili strade e autostrade anche se dalle prime ore di stamane e’ scattata l’interdizione, sulla A16 Napoli-Canosa e sul raccordo Avellino-Salerno, per i mezzi superiori a 7,5 tonnellate.
BASILICATA – Nevica solo a tratti, dove il miglioramento delle condizioni atmosferiche sta agevolando il lavoro degli uomini dell’Esercito e degli altri soccorritori, impegnati per raggiungere frazioni e contrade rurali in difficolta’. Si circola senza disagi su tutte le principali strade ed e’ ripresa la circolazione dei treni sulle tratte delle Fs Potenza-Foggia e Potenza-Battipaglia. Scuole chiuse pure domani in molti comuni lucani e a Potenza (nel capoluogo riapriranno solo martedi’) dove saranno sospese anche le attivita’ dell’Universita’.
PUGLIA – Una leggera nevicata ha interessato stamani i Comuni di Biccari, Faeto e San Marco la Catola, nel Subappennino dauno, e San Marco in Lamis e Rignano garganico, nel Gargano, senza provocare particolari disagi. La situazione complessiva tende al miglioramento e si lavora a risolvere le emergenze prodotte dalle nevicate dei giorni scorsi.

Tutt'Itala è nella morsa del gelo

CALABRIA – Da ieri sera sta nevicando ininterrottamente al di sopra dei 600 metri di altezza nelle zone della Sila e del Pollino, mentre in Aspromonte nella notte la neve è scesa fino a 300/400 metri. In tuttas la Regione viene segnalato pioggia e freddo intenso. Al momento però nessun comune risulta isolato. La transitabilità è regolare sulle principali strade statali e provinciali. Nella notte ha nevicato copiosamente su tutti i rilievi e a causa della troppa neve, in mattinata è parzialmente crollato il tetto del teatro tenda del villaggio turistico Palumbo, nel Crotonese. I vigili del fuoco stanno mettendo l’area in sicurezza.
SICILIA – Gli sprazzi di sole comparsi stamane un po’ in tutta la Sicilia non bastano ad alleviare i disagi in alcune zone montane dell’isola, dove stanotte e’ caduta la neve fin a basse quote. Sulle Madonie, problemi per raggiungere la localita’ sciistica di Piano Battaglia attraverso le provinciali 19 e 54, dove il transito e’ consentito soltanto alle auto munite di catene, mentre i bus sono costretti a tornare indietro perche’ il piccolo varco aperto dagli spalaneve non ne consente il transito. Traffico regolare sulle autostrade. A Mussomeli, nel Nisseno, vigili del fuoco e carabinieri hanno soccorso alcuni automobilisti bloccati dalla neve e dal ghiaccio. Temperature sotto lo zero a Enna e Caltanissetta.
SARDEGNA – La Sardegna continua ad essere coperta da un’insolita coltre bianca anche in zone che raramente vengono raggiunte dalla neve. Dopo le spiagge e le localita’ piu’ note della Costa Smeralda oggi si e’ presentata imbiancata anche Olbia, dove non nevicava da 27 anni.