Maltempo nel pesarese: 30 milioni di euro di danni alle industrie, ed è solo la prima stima

MeteoWeb

Arriva a 30 milioni di euro “la primissima stima” dei danni subiti dalle industrie pesaresi durante l’ondata di neve che si e’ abbattuta nelle prime due settimane di febbraio. Secondo il presidente della Confindustria provinciale, Claudio Pagliano, “sono un centinaio i siti produttivi colpiti, con una decina di industrie che hanno subito il blocco totale dell’attivita’ produttiva” e “almeno trenta hanno gia’ fatto ricorso alla cassa integrazione” “Stiamo completando la ricognizione – ha aggiunto Pagliano – per cui la cifra e’ destinata ad aumentare e non nascondo la preoccupazione per il futuro di tante aziende praticamente ferme da un mese, se non piu'”. Il presidente di Confindustria Pesaro-Urbino, oggi parla di “scenario preoccupante, che si inserisce in un contesto di sofferenza e incertezza confermato dai principali indicatori economici di fine 2011”. Secondo l’indagine trimestrale del Centro Studi dell’associazione pesarese degli industriali, infatti, nel periodo ottobre-dicembre 2011 la produzione e’ calata dell’1,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; negativi anche i fatturati: – 3% rispetto allo stesso trimestre 2010, con cali sia sul mercato interno (-0.5%), che, soprattutto, sull’estero (-6,1%).