Maltempo Roma: la capitale prova a ripartire, ma c’è ancora il rischio gelo

MeteoWeb
La grande nevicata del 1986

Roma da domani prova a tornare alla normalità, con scuole e uffici pubblici di nuovo aperti, ma con la raccomandazione del Campidoglio di spostarsi in auto solo con le catene a bordo. In citta’, infatti, resta in vigore l’ordinanza di divieto di circolazione per moto, motorini e minicar, ritenuti troppo a rischio con le strade gelate. E’ proprio il ghiaccio, infatti, il pericolo numero uno della Capitale dopo le nevicate e le temperature rigide di questi giorni. Ma non e’ escluso, alla luce delle previsioni della Protezione civile nazionale, che possano cadere ancora altri fiocchi durante la notte, con il calare delle temperature, e la mattina di domani. L’emergenza, comunque, sembra ormai essere agli sgoccioli, anche se l’allerta resta alta, soprattutto per evitare disagi legati al ghiaccio, ”un rischio meno visibile – dice il sindaco Alemanno – ma molto piu’ insidioso della neve”. Un vero miglioramento – fanno sapere dalla Protezione Civile – si avra’ martedi’, quando il cielo sara’ poco nuvoloso con le temperature che pero’ diminuiranno nei valori minimi ”nettamente sotto lo zero con gelate estese e persistenti”. Si prepara a tornare regolare anche il trasporto pubblico locale, anche se il ripristino totale delle linee autobus avverra’ solo durante la giornata di domani, salvo complicazioni legate alle condizioni climatiche. Dalle 5.30 saranno garantite le 79 linee del piano emergenza neve, oltre ad entrambe le metro e all’intero tracciato delle ferrovie urbane, i cui lavori di ripristino dovrebbero concludersi in serata. Con il divieto di circolazione per moto e motorini e la riapertura di uffici e scuole, pero’, non e’ escluso che domani per chi si muove con i mezzi pubblici possa essere un’altra giornata di passione. E proprio per agevolare la circolazione, il Campidoglio ha deciso di aprire la zona a traffico limitato del centro e di sciogliere i turni per i taxi, che saranno cosi’ piu’ numerosi in strada. Prorogata di una settimana, inoltre, la possibilita’ di riscaldare gli edifici privati per 16 ore. ”Da stasera alle 23 – annuncia Alemanno – cominceremo il riscaldamento delle scuole in modo da poter riaccogliere i nostri bambini in delle scuole accoglienti e riscaldate”. E’ tornato tutto alla normalita’ anche all’aeroporto di Fiumicino, travolto ieri dal caos voli, con ritardi e cancellazioni a causa del maltempo. Oggi il traffico e’ ripreso regolarmente, con tutte le piste operative. Insomma, Roma sembra ormai pronta a buttarsi alle spalle l’emergenza neve scattata venerdi’ 3 febbraio che ha portato gli studenti a non andare a scuola per sei giorni. Tutte le scuole da domani saranno di nuovo aperte, asili e materne comprese, cosi’ come gli uffici pubblici: tutti pronti a cominciare un’ altra settimana che, si spera, possa essere meno problematica di quella passata. ”Da domani – si augura Alemanno – Roma riparte e deve ripartire bene”.