Meteo Toscana: nuova allerta per neve e ghiaccio

MeteoWeb
Credit: ESA

Ancora neve e ghiaccio in Toscana. La sala operativa della Protezione civile della Regione ha diffuso una nuova, moderata, allerta per ghiaccio e neve, valida dal pomeriggio di oggi fino alle 12.00 di domani. In tutta la Regione, ad eccezione delle isole dell’Arcipelago e della Versilia, per le prossime ore e’ previsto ancora rischio a causa delle temperature rigide e del ghiaccio. La neve, invece, arrivera’ dalle prime ore di domani. Nella mattina di oggi, si legge in una nota, sono previste deboli nevicate nell’entroterra pisano, lucchese e livornese (in particolare nel Valdarno inferiore, nella zone del Basso Serchio, alla Foce d’Arno, nella Val di Cecina e in Valdera). Le precipitazioni nevose si estenderanno poi anche al Valdarno medio, inferiore e superiore ed al Chianti fiorentino e senese (in particolare la sala operativa segnala la possibilita’ di nevicate pomeridiane in Val di Sieve, Valdarno medio e superiore, Valdelsa, nelle Valli dell’Ombrone e del Bisenzio, della Greve, del Pesa, dell’Ombrone Grossetano, in Casentino, in Val di Chiana e in Valtiberina). La sala operativa della Protezione civile regionale fa, inoltre, il punto su quali sono le criticita’ legate al maltempo ancora non risolte nelle varie province. Nel senese continuano i disagi. A causa delle nevicate eccezionali, del vento forte e della bassa temperatura alcune strade provinciali nella zona sud della provincia sono transitabili solo con gomme termiche o catene. Disagi anche nei centri abitati di San Casciano Bagni, Cetona, Sarteano, San Quirico, Radicofani, Abbadia San Salvatore e Pienza, Montepulciano. Numerose case sparse sono difficilmente raggiungibili a causa della neve alta, che in alcuni punti ha creato veri e propri muri di ghiaccio. Nell’Alto Mugello vengono ancora segnalati problemi ed in particolare localita’ isolate. Anche a Marradi alcune frazioni sono raggiungibili solo a piedi (Fornaci di Lutirano, Pian Giorgio, Monte Gianni) mentre a San Godenzo le localita’ ‘La Vacchiella’, ‘Eremo di Santa Maria’ e ‘La Greta’ risultano isolate. Per quanto riguarda la viabilita’, da segnalare che alcuni passi della dorsale appenninica fiorentina possono essere attraversati solo con catene o pneumatici da neve. La Provincia di Firenze ha inoltre disposto con un’ordinanza il divieto di transito nei tratti di valico delle strade provinciali ai mezzi pesanti (massa superiore a 3.5 tonnellate). Nell’aretino il Passo dei Mandrioli (Sr71) resta transitabile con catene o pneumatici da neve dal km 190 al km 200 (il valico) sul versante toscano, mentre e’ ancora chiuso su quello emiliano. Da segnalare, inoltre, che a badia Tedalda e Sestino stanno operando due pale meccaniche del Genio civile.