Nel bergamasco il troppo freddo sta creando problemi di siccità!

MeteoWeb

In febbraio come in luglio: in provincia di Bergamo sono sempre piu’ i paesi, soprattutto nelle zone montane, che stanno patendo problemi di siccita’. Da molte settimane non piove, e le uniche precipitazioni sono state rappresentate dalla neve, che pero’ non si scioglie a causa del grande freddo. Risultato: scarsita’ d’acqua nelle falde e inviti dei sindaci alle popolazioni a limitare l’utilizzo idrico. La sorgente Nossana, che serve anche Bergamo e molti paesi della pianura, in questo periodo eroga 900 litri al secondo contro i 1.500 dello stesso periodo dell’anno scorso, ma per ora la situazione viene definita “non preoccupante”. Chi ha problemi invece sono diversi paesi della Val Seriana. Gli avvisi a non sprecare l’acqua sono stati diffusi ad Ardesio, a Valgoglio (dove e’ stato chiesto anche di rinunciare alla pratica di tenere aperti i rubinetti per evitare che si congelino le tubature, e dove si sta pensando di arrivare a chiudere l’erogazione dell’acqua di notte) e Gromo. In quest’ultimo paese, si legge nel documento diffuso dal Comune, “le sorgenti che alimentano gli acquedotti comunali hanno subito un drastico calo di apporto idrico e non sono piu’ sufficienti a garantire l’approvvigionamento per i necessari usi civili”. Si sta ora pensando, se la situazione non dovesse migliorare, di riempire i bacini con autocisterne o di ripristinare una vecchia sorgente dismessa da tempo. In questi casi l’acqua dovrebbe essere fatta bollire.