Neutrini, Bertolucci (Cern): “non è ancora detta l’ultima parola”

MeteoWeb

L’anomalia scoperta dai fisici dell’ esperimento Opera non chiude la questione relativa alla velocita’ dei neutrini: per il direttore scientifico del Cern, Sergio Bertolucci, ”la situazione resta aperta finche’ non ci saranno nuove misure indipendenti”. Nessun errore, quindi, e tantomeno nessuna accusa di leggerezza ai ricercatori italiani dell’esperimento Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso) dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn), guidati nella collaborazione Opera da Antonio Ereditato. Anzi: ”i ricercatori – ha detto Bertoluccinon hanno mai smesso di provare a distruggere la loro misura. Per l’ennesima volta si stavano preparando a ripetere i test quando hanno scoperto due effetti potenzialmente rilevanti”, ossia l’anomalia nella connessione del cavo a fibra ottica e l’ anomalia nella calibrazione dell’orologio atomico. ”Quanto queste anomalie siano rilevanti – ha concluso – lo sapremo solo nei prossimi giorni”.