Neve a Rimini, disagi e blackout: mezzi speciali in campo

MeteoWeb

Mezzi speciali in strada a Rimini per fronteggiare l’emergenza neve. Emergenza che nel capoluogo romagnolo si e’ fatta semtire, in maniera particolare, sul fronte delle forniture di energia elettrica segnate da black-out in diverse zone della citta’. Per liberare le strade cittadine e quelle collinari nella notte sono state utilizzate delle turbine speciali reperite sul mercato. In particolare le operazioni sono state condotte nell’area di Montecieco, dove la neve ha raggiunto e superato il metro con gli accumuli prodotti dal vento. Sul campo – si legge in una nota del Comune di Rimini – anche tre pale gommate e due terne, scavatori con pale che riescono a svolgere piu’ funzioni come quella di espellere la neve riuscendo quindi a intervenire in quelle strade dove gli altri mezzi, data l’altezza della neve, non sono efficaci. Accanto a quella meccanizzata prosegue l’azione delle squadre manuali che vede gli uomini delle cooperative sociali di Hera e Anthea e anche delle squadre di volontariato di Ci.Vi.Vo. Oltre alla viabilita’, sono stati i black out elettrici a rappresentare, ieri e anche questa mattina, il problema maggiore che ha investito parti della citta’. In un caso si e’ anche verificato un incendio, con intervento dei Vigili del fuoco. Problemi cui gli interventi di Enel non sono riusciti tuttora a dare un risposta definitiva. Sui problemi della linea Enel il Tavolo operativo, l’Amministrazione comunale e la Polizia municipale continuano a raccogliere segnalazioni dai cittadini. Alle 13 erano piu’ di 500 le persone che subiscono questi disagi. L’Amministrazione comunale – sottolinea la nota – ”esprime la propria vicinanza ai cittadini colpiti dal black out e rimarca gli oggettivi problemi di Enel in termini di comunicazione, organizzazione, efficacia e rapidita’ mostrata in questi giorni e purtroppo in queste ore negli interventi”.