San Valentino: l’emergenza neve “congela” la festa degli innamorati, ma i fiori non mancheranno

MeteoWeb

Meno viaggi e cene romantiche con molti italiani costretti a festeggiare San Valentino a casa ma non mancheranno i fiori nonostante il maltempo abbia compromesso duramente la produzione in campo e le consegne siano state ostacolate dal gelo e dalla neve. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che la produzione di piante e fiori riscontra notevoli difficolta’ con costi in salita e prezzi in calo per gli agricoltori, che si sono impegnati tuttavia per salvare l’omaggio piu’ gradito dagli innamorati. Si stima – sottolinea la Coldiretti – che circa quindici milioni di fiori saranno acquistati in occasione della festa di San Valentino per una spesa di circa 50 milioni di euro, in calo rispetto allo scorso anno per effetto della crisi e del maltempo. I fiori, pero’ fortunatamente restano il regalo scelto da un innamorato su due (48 per cento) che li sceglie come gesto d’amore per la festa piu’ romantica dell’anno. Una ragione in piu’ quest’anno – afferma la Coldiretti – per scegliere i fiori italiani che sono senza dubbio i piu’ freschi e profumati e per aiutare un settore gia’ duramente colpito dalla crisi ed ora anche dal maltempo. Ad essere preferite sono – sottolinea la Coldiretti – le rose seguite da orchidee, tulipani, garofani e gerbere. Per mantenere piu’ a lungo il dono d’amore la Coldiretti ha messo a punto un vero e proprio vademecum. Una volta giunti in casa e’ bene – suggerisce la Coldiretti – accorciare il gambo tagliando i 3- 4 centimetri finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell’acqua all’interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. Inoltre – continua la Coldiretti – va cambiata l’acqua ogni giorno, e occorre fare attenzione a che sia sempre fresca e pulita. Ci sono anche piccoli segreti come quello – precisa la Coldiretti – di sciogliere nell’acqua un’aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d’acqua al fine di impedire la formazione di batteri che ostruirebbero i canali per portare l’acqua al fiore. Va anche evitata l’esposizione alla luce diretta e le correnti d’aria sia fredda che calda per effetto della vicinanza a fonti di calore. Infine – conclude la Coldiretti – e’ bene tenere i fiori lontani dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita. Ecco i consigli della Coldiretti per conservare il “pensiero d’amore” – Acquistare fiori in ottimo stato, senza ammaccature o foglie di colore scuro e con lo stelo abbastanza robusto. Giunti in casa accorciare il gambo tagliando i 3- 4 cm finali dello stelo, non con le forbici che schiaccerebbero i canali di transito dell’acqua all’interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. Cambiare l’acqua ogni giorno, e fare attenzione – consiglia la Coldiretti – che sia sempre fresca e pulita. Sciogliere nell’acqua un’aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro d’acqua al fine di impedire la formazione di batteri che ostruirebbero i canali per portare l’acqua al fiore. Evitare l’esposizione alla luce diretta e le correnti d’aria sia calda sia fredda e la vicinanza a fonti di calore. Tenere i fiori lontani dalla frutta che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita.