Allerta Meteo Sicilia: non solo nubifragi nelle zone joniche ma anche venti impetuosi e mareggiate in tutta l’isola!

MeteoWeb
Le scuole domani rimarranno chiuse in molte località: a Siracusa e Lentini è già ufficiale, forse anche a Catania

E’ sempre più vicino il il ciclone Mediterraneo che, come possiamo osservare in tempo reale, sta risalendo il nord Africa per sbarcare nel Mediterraneo e, come possiamo leggere nell’ultimo bollettino, molto probabilmente sarà ancor più violento del previsto: in Sicilia è massima l’allerta per le precipitazioni torrenziali in arrivo nelle zone joniche dell’isola, soprattutto tra catanese e siracusano, dove molti sindaci stanno decidendo di chiudere le scuole. La decisione è già ufficiale per Siracusa (qui l’ordinanza) e Lentini (qui la notizia), ma anche in molti altri centri si stanno prendendo decisioni analoghe, e l’ufficialità potrebbe arrivare nel pomeriggio anche per Catania (seguiranno ulteriori aggiornamenti sul nostro giornale).
Intanto già piove in molte zone dell’isola dove arriveranno anche venti impetuosi: non bisogna infatti sottovalutare l’aspetto eolico e marino di questo peggioramento che, oltre le forti precipitazioni nelle zone joniche, sarà quello più significativo perchè un impetuoso grecale sferzerà tutta la Regione con raffiche fino a 120/130km/h nel siracusano, fino a 110/120km/h nel catanese e nel regusano, fino a 100km/h in tutta la Sicilia tirrenica, specie tra trapanese e palermitano. Anche alle Eolie e nel messinese tirrenico si raggiungeranno i 90km/h. Praticamente solo nello Stretto di Messina ci sarà meno vento, in quanto l’area tra Scilla & Cariddi resterà “protetta” dall’Aspromonte e vedrà venti molto più blandi, come già accaduto nel violento peggioramento del 22 febbraio.
Conseguenza di questi venti così furiosi sarà senza ombra di dubbio un incremento notevolissimo del moto ondoso con violente mareggiate soprattutto nello jonio, tra catanese e siracusano, ma anche nel tirreno tutto, Eolie e Ustica comprese. I collegamenti marittimi saranno interrotti ovunque (Eolie, Egadi e isole del Canale dove il vento arriverà a 150km/h), eccezion fatta per lo Stretto di Messina dove, come abbiamo già spiegato, la situazione sarà più tranquilla.
Per chi volesse monitorare la situazione in tempo reale, vi segnaliamo le news in tempo reale e le mappe: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam.