Ambiente: presentato “Gaia”, un progetto per l’ambiente urbano

MeteoWeb

Il partenariato pubblico-privato e le risorse dei programmi Ue offrono un contributo decisivo per il miglioramento dell’ambiente urbano nelle citta’ italiane: e’ quanto e’ stato ribadito oggi a Roma, presso la sede dell’Anci, nel corso della presentazione della partnership tra imprese e amministrazioni locali, lanciato da Bologna con il progetto Gaia (Green Areas Inner-city Agreement), che vede tra i suoi partner Cittalia-Anci Ricerche, l’Istituto di Biometeorologia del Cnr e Impronta Etica. All’incontro hanno preso parte amministratori locali di Bologna, Bolzano, Modena, Reggio Emilia e Padova che si sono confrontati sulla possibilita’ di replicare nel resto d’Italia un modello che nel capoluogo emiliano portera’ alla piantagione di tremila nuovi alberi con un abbattimento previsto di circa 2400 tonnellate di CO2. Grazie alla collaborazione con le imprese del territorio e i quartieri cittadini sono stati individuate negli ultimi mesi tre aree nelle quali impiantare a partire da marzo alberi scelti fra una ventina di specie tra quelle maggiormente capaci di assorbire la CO2 (frassino, tiglio, acero, olmo e bagolaro tra le altre). Il confronto fra sindaci e assessori, ricorda una nota, ha evidenziato l’importanza di azioni-pilota come quella realizzata da Bologna ma anche la necessita’ di inserirle in piu’ ampie strategie di contrasto alle emissioni urbane che puntino alla riduzione dei consumi dell’edilizia pubblica e privata e ad una migliore mobilita’. ”E’ importante fare rete tra le amministrazioni comunali – afferma il sindaco di Bolzano e presidente della commissione ambiente ed energia dell’Anci Luigi Spagnolli – condividendo le buone pratiche messe in atto ma bisogna anche sfruttare al meglio le risorse offerte sul piano nazionale e quelle provenienti da finanziamenti Ue”.