Ancora freddo al centro/sud con forti venti e instabilità; sole e caldo a oltranza, invece, al centro/nord

MeteoWeb
Il basso Tirreno in tempesta visto dal Messinese tirrenico verso lo Stretto. Foto inviataci da Valentina Torre

E’ davvero incredibile quanto e come, in questi giorni, l’Italia sia “spezzata” in due a livello meteorologico, con sole e caldo al centro/nord e, viceversa, freddo e maltempo al centro/sud.
Oggi, infatti, abbiamo avuto picchi di +25°C nel cuneese, e temperature massime di +23°C a Bolzano, Torino e Cuneo città, +20°C a Parma, Bologna, Firenze e Arezzo, +19°C a Verona, Brescia, Malpensa, Ferrara, Piacenza e Grosseto, +18°C a Roma e Perugia. Con un sole pieno, la sensazione di caldo inoltre è ancor più significativa in uno scenario tipicamente primaverile.
Molto più freddo al centro/sud, con temperature massime di +15°C a Napoli, Palermo, Messina, Ponza, Siracusa, Catania, Trapani e Lampedusa, +14°C a Reggio Calabria, Pantelleria, Capo Palinuro, +13°C a Pescara, Ancona e Lamezia Terme, +12°C a Brindisi, Lecce e Termoli, +11°C a Bari, Taranto e Santa Maria di Leuca, +10°C a Crotone. A queste temperature, già di per sè molto basse, va aggiunto un impetuoso vento di tramontana che anche oggi ha raggiunto i 100km/h in molte zone della Puglia e nelle zone joniche di Calabria e Sicilia e ha superato i 7080km/h anche nel medio/basso Tirreno, oltre a una copertura nuvolosa diffusa con dei rovesci sparsi, nevosi fin a bassa quota.

L'attuale situazione sinottica con l'anticiclone delle Azzorre sull'Europa occidentale e il freddo respiro Balcanico sull'Italia meridionale

Questa situazione è determinata dall’avanzata dell’anticiclone delle Azzorre sull’Europa centro/occidentale, in modo tale da coinvolgere anche il centro/nord mentre il sud vive una profonda e intensa sfuriata Balcanica che determina freddo, forti venti e instabilità. Al centro/nord, così, si aggrava di giorno in giorno la situazione di siccità nelle campagne di tutte le Regioni, soprattutto nel nord/est, mentre al sud la gente non vede davvero l’ora che arrivi un pò di sole e un pò di caldo dopo mesi davvero tremendi.
Nelle prossime ore la situazione non cambierà, con freddo, instabilità e venti tesi settentrionali in tutto il sud. Le temperature resteranno basse e non mancheranno delle precipitazioni, nevose fin a bassa quota. Al centro/nord, invece, continuerà a far caldo con temperature in ulteriore aumento. Solo a partire da mercoledì 14 le temperature inizieranno ad aumentare anche al centro/sud, ma in modo molto lento e graduale tanto che rimarrà fresco anche giovedì 15, almeno in Calabria e Sicilia. Da venerdì 16 in poi, tra il weekend e l’inizio della prossima settimana, anche al sud oltre al sole ci saranno anche temperature piacevoli. Ne parleremo ancora nelle prossime ore, intanto adesso continuiamo a monitorare la situazione in tempo reale, con le news in tempo reale e le mappe: satelliti, situazione, fulminazioni, radar e webcam.