Clima: l’Emilia Romagna forma esperti anti-inquinamento

MeteoWeb

Imparare a ridurre le emissioni di Co2 -che l’ultimo rapporto OCSE prevede aumentino del 50% nei prossimi 40 anni- e sviluppare soluzioni e tecniche innovative per tutelare l’ambiente. E’ questo l’obiettivo del Programma di mobilita’ Europeo Pioneers into Practice ed e’ offerta da Climate-KIC e sviluppata dal Consorzio Aster che prevede due cicli di esperienza da svolgere in due mesi, uno in Emilia-Romagna e uno all’estero. Pioneer into Practice si rivolge ad imprese, enti di ricerca ed enti pubblici dell’Emilia-Romagna che operano nel campo del cambiamento climatico e prevede il rimborso dei costi di vitto, alloggio, trasferta e salario. Per iscriversi c’e’ tempo fino al 30 marzo. ll programma (PIP), giunto alla seconda edizione, ha l’obiettivo di creare una nuova generazione di innovatori che abbiano la capacita’ di gestire la trasformazione verso una societa’ a ridotte emissioni di CO2. PIP si svolge in Emilia-Romagna e nelle regioni partner del progetto, ovvero Hessen (Germania), West Midlands (Regno Unito), Comunidad Valenciana (Spagna), Central Hungary (Ungheria) e Lower Silesia (Polonia). In questa edizione sono ammessi 25 partecipanti a regione. Enti e imprese hanno la possibilita’ di far partecipare il proprio personale a un’esperienza altamente formativa e, in aggiunta o in alternativa, di ospitare profili fortemente motivati, con un ampio e diversificato bagaglio di competenze, conoscenze ed esperienze. Costruzioni ad alta efficienza energetica, produzione energetica a basse emissioni, gestione dell’acqua, veicoli elettrici, mobilita’ sostenibile sono solo alcuni dei temi presenti nel PIP. Entrambi i cicli formativi sono preceduti e seguiti da workshop formativi sul tema del cambiamento climatico. Durante il programma i partecipanti saranno supportati da esperti internazionali che li affiancheranno anche per evidenziare le possibili applicazioni in campo economico.