Costa Concordia, Gabrielli: “in 50 giorni abbiamo azzerato i rischi ambientali più temuti”

MeteoWeb

In 50 giorni ”quasi azzerato uno dei rischi piu’ temuti”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza e capo della protezione civile prefetto Franco Gabrielli, in merito al carburante contenuto nella Costa Concordia naufragata dinnanzi all’Isola del Giglio il 13 gennaio scorso. ”Oggi di quel carburante c’e’ un residuo del 16% e nel giro di qualche settimana verra’ accantonato. Questo – ha detto Gabriellie’ un risultato significativo e frutto di capacita’ operativa”. Gabrielli ha rivolto un pensiero ai corpi che mancano ancora all’appello, sette. ”Sono motivo di sofferenza – ha detto Gabriellie di impegno”. Per quanto riguarda le condizioni della nave questa ”ha mantenuto una sostanziale staticita’, l’impatto ambientale e’ quasi nullo e i dati che ci arrivano dalle analisi ci rassicurano e ci fa sperare al di fuori di questo territorio puo’ rappresentare opportunita’ di turismo estivo e non solo il turismo delle disgrazie”.