Emergenza neve, appello di Umberto Eco per il Montefeltro: “quando tornerò a Montecerignone non so cosa troverò”

MeteoWeb

Umberto Eco ha lasciato la sua casa di vacanze a Montecerignone (Pesaro Urbino) ai primi di gennaio, prima della grande neve che ha colpito il Montefeltro: ”ci tornero’ a Pasqua e non so bene come la ritrovero”’. In un’intervista oggi sul Qn (Il Giorno-Il Resto del Carlino-La Nazione), l’autore de ”Il nome della Rosa” spiega di avere vissuto l’emergenza maltempo ”dall’estero: guardavo le immagini su Youtube, mi tenevo in contatto con amici e vicini di casa. Mi raccontavano i loro problemi e le loro dfficolta’, il tornare a vivere come una volta, spesso seppelliti in casa”. A Montecerignone, un piccolo Comune con meno di 700 abitanti, ci sono stati tre metri di neve: ”e’ comprensibile che possa essere messo in ginocchio sotto ogni punto di vista. da parte ma c’e’ la massima solidarieta’ per il Comune e gli abitanti per quello che hanno subito”. Eco spera che venga dichiarato lo stato di calamita’ naturale ”e che lo Stato intervenga a sostegno dei cittadini”.