Giornata mondiale della meteorologia celebrata anche in Italia dalla Smi che ha inaugurato la stazione meteo del ghiacciaio Ciardoney

MeteoWeb
Una veduta d'insieme della stazione meteorologica e del Ghiacciaio Ciardoney (f. SMI)

La strada verso un futuro piu’ sostenibile non puo’ che passare attraverso il tempo, il clima e l’ acqua. Ne e’ convinta l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm) che ha dedicato proprio a questi tre elementi la Giornata mondiale della meteorologia proclamata per oggi. Una data scelta non a caso: viene celebrata infatti l’entrata in vigore della convenzione dell’Omm che risale al 1950. La Omm e’ un’organizzazione intergovernativa che comprende 189 Stati membri e Territori, nata con lo scopo principale di promuovere lo scambio di informazioni in campo meteorologico, la standardizzazione delle rilevazioni e la cooperazione a reti unificate delle varie informazioni meteo climatiche provenienti da ogni parte del globo.

In Italia la Giornata mondiale della meteorologia e’ stata festeggiata dalla Societa’ Meteorologica Italiana con un’iniziativa speciale: l’inaugurazione via web della stazione di fronte al ghiacciaio Ciardoney, nel Parco nazionale del Gran Paradiso che da oggi trasmette tutti i suoi dati in rete. ”Abbiamo voluto – spiega Luca Mercalli, presidente della Smi – rendere pubblici i dati di questa nuova installazione. La stazione, infatti, e’ stata installata recentemente con finanziamenti provenienti dal 5 per 1000, e con questa stazione abbiamo voluto restituire ai contribuenti quello che ci hanno dato”. Oltre ai dati su temperatura, umidita’, velocita’ e direzione del vento, radiazione solare e precipitazioni, la stazione, che si trova a quota 2.850 metri, e’ dotata di una webcam che trasmette i video, sempre visibili al pubblico, in rete. La trasmissione dei dati avviene grazie a un impianto radio, mancando a quella quota il segnale delle reti di telefonia. La stazione ha anche un forte legame con il leit-motiv (meteo, clima e acqua) della Giornata mondiale. ”Il ghiacciaio – aggiunge – e’ una riserva d’acqua per la popolazione e per noi in particolare e’ un laboratorio-campione che seguiamo da piu’ di 20 anni”.