La Cina ha pronto il progetto del razzo per la sua futura stazione spaziale

MeteoWeb

La Cina scende in campo con un potente razzo, in vista dei collegamenti con la sua futura stazione spaziale. Il progetto del China Academy of Launch Vehicle Technology (Calvt) prevede un vettore con una spinta di 3.000 tonnellate ed una capacita’ di carico di 100 tonnellate in orbita bassa. A renderlo noto e’ la Rete per l’informazione scientifica e tecnologica (Riset). Le ricerche sui vettori della serie Lunga Marcia triplicheranno le capacita’ di carico dei razzi cinesi ed utilizzeranno propellenti non tossici e non inquinanti. Allo studio, con finalita’ di risparmio sui costi, ci sono anche modalita’ che consentano il riutilizzo dei booster, i propulsori usati nella prima fase di lancio. Il volo inaugurale e’ previsto per il 2014. Il vettore sara’ molto piu’ potente dell’attuale Lunga Marcia 5, che con una spinta di 1.000 tonnellate permette di trasportare un carico massimo di 25 tonnellate nell’orbita bassa e 10 tonnellate nella piu’ alta orbita geostazionaria. Attualmente i piu’ grandi missili cinesi in servizio fanno parte della serie Lunga Marcia dall’1 al 4, mentre e’ in costruzione o in fase di sviluppo una nuova famiglia di vettori di lancio, sempre della stessa serie, dal 5 al 7. Il razzo Lunga Marcia 5, lungo 60 metri, verra’ equipaggiato con 4 propulsori, ognuno di 3.35 metri di diametro. Nel frattempo, il Lunga Marcia 7, con una capacita’ di lancio di 13.5 tonnellate nell’orbita bassa e 5.5 tonnellate nell’orbita alta, dovrebbe compiere il volo di qualifica entro 5 anni. Tra gli obiettivi del nuovo razzo quello di trasportare carichi nello spazio per la futura stazione spaziale cinese e di soddisfare i bisogni del programma spaziale. La Repubblica Popolare Cinese prevede di realizzare il proprio laboratorio spaziale intorno al 2016 ed una stazione spaziale con equipaggio nel 2020.