Moderate emissioni del vulcano Popocatepetl: osservati bagliori nella notte

MeteoWeb
Bagliori osservati sul Popocatepetl

Il Centro nazionale messicano per la prevenzione dei disastri, che ha come scopo quello di sostenere il Sistema Nazionale di Protezione Civile, ha lanciato una moderata allerta in relazione al vulcano Popocatepetl. Nelle ultime 24 ore il sistema di monitoraggio del vulcano Popocatepetl ha registrato 12 esalazioni accompagnate da un basso livello di emissioni di vapore e gas. La più importante si è verificata alle 05:20 del mattino, insieme ad altri due eventi successivi. I parametri di controllo rimangono tuttavia senza importanti cambiamenti, anche se durante la notte è stato osservato un bagliore nel cratere del vulcano. Dalla mattinata di Mercoledì il Popocatepetl presenta una costante emissione di vapore e gas, e lo stato di allerta è fermo al livello 2 (Giallo). Per le prossime ore esiste la possibilità di esalazioni moderate, emissioni di cenere, esplosioni sporadiche con bassa o moderata probabilità di emissione di frammenti incandescenti a pochi passi dal cratere. Viene data particolare enfasi alle seguenti raccomandazioni: mantenere un raggio di sicurezza di almeno 12 chilometri, oltre i quali non è permesso accedere e gestire il traffico tra Santiago e San Pedro Nexapa Xalitzintla via Paso de Cortes. Alla Protezione civile locale è stato consigliato di mantenere le procedure preventive secondo i loro piani operativi. Alla cittadinanza è stato consigliato di tenersi costantemente aggiornati sulle informazioni ufficiali divulgate dai bollettini.

Ultima immagine del vulcano

IL MONITORAGGIO – Il monitoraggio del vulcano viene eseguito in modo costante per 24 ore al giorno. Qualsiasi stato di pericolo sarà quindi divulgato tempestivamente. Il Cenapred svolge attività di ricerca, formazione, implementazione, diffusione dei fenomeni naturali e sulle catastrofi antropiche che possono causare di conseguenza, al fine di mitigare gli effetti negativi di tali fenomeni, per contribuire ad una migliore preparazione delle persone. La sua missione è prevenire, avvertire e incoraggiare la cultura dell’auto-protezione per ridurre il rischio della popolazione ai fenomeni naturali e antropici che minacciano la loro vita, dei beni e dell’ambiente attraverso la ricerca, il monitoraggio, la formazione e la diffusione. Vuole essere quindi un centro di eccellenza nella prevenzione delle catastrofi, che contribuisce allo sviluppo sostenibile, indirizzando i propri sforzi verso una società meno vulnerabile e il paese più sicuro da fenomeni naturali e antropici.