Nuvole di sabbia dal deserto cirenaico si muovono verso la Sicilia

MeteoWeb
Si noteno le nubi di sabbia che ruotano attorno al minimo depressionario

I forti venti da S-SE e E-SE che continuano a spazzare l’entroterra della Cirenaica e il deserto libico, presso l’area di Cufra, stanno sollevando un ingente quantità di sabbia e polvere, con la formazione di grosse nuvole di pulviscolo desertico che vengono risucchiate dal profondo ciclone attestato sul mar Libico occidentale. I nuvoloni di polvere, che raggiungono i 3000 di altezza, già in mattinata, piegando verso ovest, hanno invaso lo Ionio e il Canale di Sicilia, rendendo i cieli di un colore giallo-rossastro. Addirittura a Lampedusa, nel corso della mattinata, si è verificata la caduta di piccoli e sottilissime particelle di polvere rossastra che hanno regalato degli scenari davvero unici e suggestivi, tipici di un  paesaggio sahariano. In queste ore i nuvoloni di polvere, in risalita dall’entroterra della Cirenaica, sotto la spinta degli intensi venti ciclonici da E-NE, stanno abbordando le coste orientali della Sicilia e la bassa Calabria, colorando di giallo la coltre nuvolosa e accompagnando le piogge, con le cosiddette “piogge di sangue” (o piogge sporche). Il fenomeno dovrebbe insistere fino alla prima mattinata di domani, poi le nuvole di polvere andranno gradualmente a dissiparsi nel corso della giornata, con l’avvento degli intensi venti da N-NE in scivolamento dall’area balcanica.