Regione attiva AR1429 ancora protagonista: CME nello spazio, ma non colpirà la Terra

MeteoWeb

La grande regione attiva AR 1429, causa di tante esplosioni solari è ancora viva e protagonista di altri brillamenti. Nella nottata di ieri, 24 Marzo 2012, la regione ha prodotto una significativa espulsione di massa coronale (CME) sul lato opposto del Sole, motivo per il quale non colpirà la Terra. Una traccia della previsione preparata dagli analisti del laboratorio di meteorologia spaziale Goddard, mostra la traiettoria della nube in espansione. Nessuno del pianeti interni del nostro sistema solare ne sarà interessato. La regione attiva sin dagli inizi di Marzo, ha inviato espulsioni di massa coronale in ogni angolo del sistema solare, causando conseguenti tempeste geomagnetiche sui pianeti e verso i veicoli spaziali. Se l’area dovesse rimanere attiva per un’altra settimana, potrebbe inviare nuove nubi di plasma e particelle energetiche verso il nostro pianeta.