Siccità in Toscana, il presidente di Publiacqua rilancia l’invito alla preghiera di cardinal Betori

MeteoWeb

Raccogliamo e rilanciamo l’invito del cardinale Giuseppe Betori per una maggiore sobrieta’ nei consumi e nell’uso del “dono dell’acqua”. In questa drammatica fase di siccita’ che da mesi colpisce il nostro territorio con sorgenti, pozzi e fonti superficiali a secco o fortemente ridotti, occorre davvero la collaborazione di tutti ad un uso estremamente responsabile dell’acqua potabile ai soli fini igienici ed alimentari, evitando usi impropri e sprechi e riducendo i record di consumi di oltre 200 litri al giorno a persona”. Cosi’ Erasmo D’Angelis, presidente di Publiacqua. ”Questo comportamento – continua D’Angelisdeve essere assunto anche e soprattutto da settori che stanno utilizzando il 70% dell’acqua potabile erogata e cioe’ l’industria e l’agricoltura con la messa in opera di appositi sistemi di irrigazione, di recupero e riuso di acqua. Publiacqua sta intervenendo da mesi in emergenza per garantire acqua a tutti i rubinetti. E’ in corso una campagna straordinaria di ricerca perdite – conclude il presidente di Publiacqua – che impegna diverse squadre sui circa 7.000 km di reti idriche al fine di individuare immediatamente e riparare eventuali guasti, dando priorita’ a quelli che possono avere effetti diretti sull’approvvigionamento”.