Siracusa, petroliera incagliata: arrivano i rimorchiatori per svuotare i serbatoi

MeteoWeb

Sono arrivati nella zona operativa, davanti alla costa siracusana, i rimorchiatori ”Carlo Magno” e ”Santa Panagia” che dovranno svuotare le circa 300 tonnellate di carburante nei serbatoi della ”Gelso M.”, la nave che sabato scorso e’ finita sulla scogliera dopo essere rimasta senza governo mentre infuriava una tempesta. Le operazioni sono ancora in fase preliminare, quella di approntamento delle strutture necessarie. Il primo passo sara’ comunque rappresentato dalla ”inertizzazione” delle cisterne dela nave – che erano comunque vuote – in maniera tale da eliminare eventuali rischi di esplosioni. Le condizioni del mare anche oggi sono pessime: in mattinata a causa del persistere di una forte risacca, che ha di fatto azzerato la visibilita’ sott’acqua, i sommozzatori non si sono potuti immergere. Sono invece proseguite sia le operazioni dei tecnici a bordo della ”Gelso M.” che quelle a terra per l’approntamento dell’area operativa. Le due ipotesi di procedere allo svuotamento delle 300 tonnellate di carburante, pompando il gasolio sul rimorchiatore ”Carlo Magno” via mare o su una colonna di autobotti, via terra, restano al momento entrambe in piedi.