Terremoti: il Lazio è più al sicuro con la microzonazione sismica

MeteoWeb
Credit: ESA

“Il Lazio e’ la prima regione d’Italia ad adottare gli Indirizzi e i criteri nazionali per la Microzonazione Sismica approvati dalla Conferenza delle Regioni. Si tratta di un importante elemento di riferimento tecnico che permette al nostro territorio di affrontare questo tipo di emergenze con una marcia in piu’ garantendo ai cittadini una maggiore sicurezza”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente e allo Sviluppo sostenibile, Marco Mattei, aprendo oggi il convegno ‘La pericolosita’ sismica della Regione Lazio: attivita’ svolte e prospettive future’, che si e’ svolto presso la sede della Giunta regionale. Per la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, la microzonazione sismica rappresenta per il Lazio “un prezioso strumento per la pianificazione urbanistica e territoriale, nella direzione di promuovere lo sviluppo sostenibile. Proprio per questo – ha proseguito Polverini -, nonostante le difficolta’ economiche, non abbiamo voluto rinunciare a investire nel settore, a dimostrazione dell’impegno della Regione nella prevenzione e nel fronteggiare le emergenze sismiche sul nostro territorio”.

L’assessore Mattei ha fatto il punto sulle strategie del Lazio per fronteggiare l’emergenza legata ai terremoti. “Abbiamo impegnato 5 milioni di euro per la microzonazione sismica – ha aggiunto Mattei – una tecnica di analisi del territorio molto definita che permette di valutare su porzioni di territorio ristrette il rischio sismico che puo’ produrre danni per le costruzioni e per le infrastrutture. Queste nuove informazioni si tradurranno in procedure vincolistiche differenziate per la realizzazione delle infrastrutture e in azioni specifiche per la messa in sicurezza degli edifici sensibili in grado di garantire una maggiore sicurezza ai cittadini”. In 15 mesi dall’entrata in vigore del provvedimento sulla microzonazione sismica su 402 Uas (Unita’ Amministrative Sismiche) presenti nel Lazio 358, pari all’85,6%, hanno richiesto l’attivazione del finanziamento.