Terremoto Giappone: la moda sostiene il rimboschimento delle località colpite con il progetto Kibou311

MeteoWeb

La moda scende in campo per il rimboschimento delle citta’ giapponesi colpite dal terribile terremoto e dallo tsunami dell’11 marzo 2011. Si tratta del progetto ‘Kibou311′, lanciato da Dormeuil, al quale ha aderito anche lo stilista Luca Paolorossi. In occasione della imminente ricorrenza del cataclisma che si e’ abbattuto lo scorso anno sul Nord-Est del Giappone, il sarto e stilista di Filottrano, esclusivista dei tessuti Dormeuil Tropical Amadeus, ha schierato la propria griffe a supporto dell’iniziativa di responsabilita’ sociale promossa in Italia e nel Mondo dalla prestigiosa e storica casa francese di tessuti pregiati e realizzera’ gran parte delle sue proposte ‘su misura’ per la collezione primavera-estate 2012 con stoffe della finissima selezione Dormeuil, contribuendo cosi’ in modo diretto al programma ambientale. Kibou 311, spiega Luca Paolorossi, “significa Speranza e punta a restituire al territorio giapponese e alle popolazioni quel paesaggio verde che il terremoto ha annientato”. Scegliendo le stoffe della collezione Tropical Amadeus per i loro abiti su misura, “i miei clienti contribuiranno con me all’iniziativa benefica perche’ per ogni pezza di tessuto venduta, Dormeuil donera’ fondi per il rimboschimento dell’area urbana di Minani-Sanriku, dove saranno piantati centinaia di Sakura, gli alberi di ciliegio che in Giappone sono simbolo di prosperita’ e felicita’ terrena e che sono considerati la pianta e il fiore nazionale”. Per comunicare in modo ampio e costante il progetto di sostenibilita’ ambientale, Luca Paolorossi realizzera’ un corner Dormeuil decorato da fiori di ciliegio nel proprio atelier ‘Fashion&Flowers’ di Filottrano nel quale i clienti potranno trovare tutte le informazioni relative all’iniziativa di solidarieta’.