Al via la campagna della Lipu contro il bracconaggio

MeteoWeb

‘I bracconieri spezzano le nostre ali. Noi possiamo spezzare le loro reti’. E` lo slogan della nuova campagna dell’associazione animalista Lipu contro il bracconaggio, al via da oggi per raccogliere fondi e informare l`opinione pubblica sugli atti di illegalità commessi contro gli animali selvatici in tutto il Paese. Dalla Lipu arriva anche un appello al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania affinchè siano garantite le risorse necessarie al Nucleo operativo antibracconaggio della Forestale e affinché rafforzi le proprie attività in difesa della fauna selvatica. Ad accompagnare il lancio della campagna Lipu saranno due progetti a tutela degli uccelli selvatici (il progetto Rapaci Migratori e il campo di volontariato). “Lanciamo oggi una grande campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi – dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu – e chiediamo di sottoscrivere un appello al ministro Catania per chiedere di rafforzare l`azione del Corpo forestale dello Stato nei punti caldi del bracconaggio, dove l`azione coraggiosa e tenace dei nostri volontari non basta se non ha la possibilità di affiancarsi a quella delle forze dell`ordine”. “Combattere il bracconaggio – aggiunge il direttore generale LIPU Elena D`Andrea – significa salvare gli uccelli ma anche riaffermare un principio di legalità e di civiltà. Al pubblico chiediamo di effettuare una donazione a supporto dei costi che ci troviamo ad affrontare per allestire i campi, garantire gli spostamenti dei volontari durante la vigilanza e delle attrezzature necessarie per contrastare questo preoccupante e, purtroppo, molto diffuso fenomeno”. Informazioni e donazioni al sito www.Lipu.It