Ambiente, domenica il 42° ‘Earth Day’: Napoli è la città-simbolo per l’Italia

MeteoWeb

E’ Napoli la citta’ simbolo di questa edizione italiana dell’Earth Day, non solo perche’ ospita il concerto che rappresenta l’evento di punta della campagna, ma perche’ emblematica di cosa puo’ accadere quando le scelte politiche e individuali non vanno nella direzione della sostenibilita’, ma anche dei risultati che si possono ottenere impegnandosi per cambiare direzione. Dai cumuli di immondiazia per le strade alla raccolta della differenziata ‘spinta’, di passi in avanti la citta’ ne sta facendo e per questo “siamo soddisfatti e orgogliosi perche’ nella scelta di Napoli per il concerto dell’Earth Day c’e’ anche un riconoscimento per il lavoro che la citta’ sta facendo in questi mesi, con la giunta De Magistris“, spiega all’Adnkronos Tommaso Sodano, vicesindaco e assessore all’Ambiente di Napoli. “Abbiamo investito tutto sull’ambiente – sottolinea – dalla modifica sostanziale del piano di raccolta dei rifiuti, passando dall’emergenza dei cumuli di immondizia per strada alla raccolta differenziatra porta a porta che oggi raggiunge 250.000 cittadini e che, entro fine anno, ne coinvolgera’ complessivamente 470.000 attestandosi come la citta’ piu’ virtuosa da questo punto di vista insieme con Torino“. E poi le isole pedonali e la ztl, le scuole ‘solarizzate’ e le piste ciclabili fino all’ordinanza sindacale che vieta i monouso nei bar e nei locali. Insomma, “da Napoli si riparte perche’ anche in Italia cresca sempre di piu’ questa coscienza ambientalista che deve portare a un modello di sviluppo che tenga conto della natura e del rispetto dell’uomo, con occhio attento ai Sud del mondo“, conclude Sodano.