Giappone: altri violenti terremoti potrebbero provocare onde anomale di 35 metri

MeteoWeb

Nell’eventualità di un nuovo sisma l’onda anomala provocata dal terremoto sulle coste giapponesi potrebbe raggiungere i 35 metri di altezza: è la valutazione dei geologi nipponici riferita al caso peggiore possibile, ovvero un terremoto di magnitudo 9 localizzato nella fossa di Nankai, a sudest delle coste dell’arcipelago. Nello studio precedente – risalente al 2003, ben prima del catastrofico sisma e successivo tsunami del marzo del 2011 – il caso peggiore prevedeva onde non superiori ai 20 metri, comunque più alte in molti casi ai muri di protezione costruiti nei siti a rischio.