Il terremoto di oggi in Indonesia è stato 15.000 volte più forte di quello del 6 aprile 2009 a L’Aquila

MeteoWeb

Il terremoto che ha colpito oggi Sumatra e’ stato circa 15.000 di volte piu’ violento rispetto a quello che e’ avvenuto all”Aquila il 6 aprile 2009 e almeno 20 volte piu’ debole di quello che il 26 dicembre 2004 aveva travolto la stessa Sumatra. La magnitudo si calcola infatti su una scala logaritmica, per cui all’aumento di ogni grado corrisponde un aumento pari a un fattore 30. Di conseguenza un terremoto di magnitudo 8,2 e’ 900 volte piu’ violento rispetto a un sisma di magnitudo 6,2. Considerando che il terremoto di oggi e’ stato di magnitudo 8.6 e quello dell’Aquila di magnitudo 6.2, ”si calcola che l’energia liberata dal terremoto avvenuto oggi nella maggiore isola dell’Indonesia sia stata circa 15.000 volte piu’ intensa rispetto al terremoto dell’Aquila”, osserva il sismologo Alberto Michelini, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Dei terremoti avvenuti negli ultimi anni, il piu’ violento e’ stato senza dubbio quello di Sumatra del 2004, di magnitudo 9.3 e con 230.000 morti, seguito da quello di magnitudo 9.0 che l’11 maggio 2011 colpi’ il Giappone. Segue il sisma di magnitudo 8.8 che il 27 febbraio 2010 e’ avvenuto in Cile. Ancora Sumatra e’ stata colpita, il 28 marzo 2005, da un violento terremoto di magnitudo 8.7 e ancora l’Indonesia, con Giakarta, e’ stata travolta da un altro forte sisma, di magnitudo 8.5, il 12 settembre 2007. Anche se di magnitudo inferiore, pari a 7.0, il terremoto di Haiti del 12 gennaio 2010 e’ passato alla storia come uno dei piu’ disastrosi: l’epicentro sotto la citta’ ha provocato circa 300.000 morti. Disastroso anche il terremoto dell’8 ottobre 2005 in India, di magnitudo 7.6, cosi’ come quello di magnitudo 7.0 avvenuto il 12 maggio 2008 in Cina, nel Sichuan.