Le previsioni meteo dell’aeronautica militare per domani, domenica 29 aprile

MeteoWeb

Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nord: condizioni di maltempo su Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria, con cielo coperto e precipitazioni intense che localmente potranno assumere carattere temporalesco di forte intensita’, con particolare riferimento alle zone alpine e prealpine e alla Riviera di Ponente. Pioggia anche sulla Lombardia e localmente sull’Emilia, ma con fenomeni piu’ attenuati, che tuttavia tenderanno a divenire piu’ intensi in area alpina e prealpina verso la fine della giornata. Velature sul resto del nord, con nubi progressivamente piu’ compatte ma con scarsa probabilita’ di precipitazioni, fatta eccezione per deboli piogge tra Trentino Alto Adige e alto Veneto. Centro e Sardegna: nubi diffuse sulla Sardegna e sulla Toscana, con qualche pioggia o rovescio sul settore di nord-ovest dell’isola e sulla parte piu’ settentrionale della Toscana. Cielo dapprima velato poi con nuvolosita’ piu’ compatta sul resto del centro, ma con scarsa possibilita’ di precipitazioni, ad eccezione di qualche debole pioggia sull’Appennino umbro-marchigiano. Sud e Sicilia: cielo dapprima sereno poi velato da nubi medio alte sul Meridione peninsulare, con addensamenti pomeridiani piu’ intensi sulle coste della Campania e sulla Calabria tirrenica. Nubi a tratti piu’ compatte sulla Sicilia gia’ dal mattino ma senza pioggia, con tendenza a qualche schiarita verso sera. Temperature: massime in netta diminuzione al nord-ovest, sulla Sardegna, sulla Toscana e, in modo piu’ attenuato, anche su Lazio, Umbria e Sicilia; stazionarie o in lieve ulteriore aumento sempre le massime sulla fascia adriatica e sul settore ionico. Minime senza variazioni di rilievo. Venti: deboli o localmente moderati dai quadranti meridionali su tutte le regioni, con qualche rinforzo sulla Sardegna e sulle coste tirreniche. Mari: generalmente poco mossi l’Adriatico, lo Ionio e il basso Tirreno, salvo locale aumento del moto ondoso in Adriatico centrale. Mossi il medio e alto Tirreno e il Mar Ligure. Molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna.