L’uragano ‘Irene’ ricorda morte e distruzione negli Usa: mai nessuna tempesta si chiamerà più così

MeteoWeb

L’Organizzazione metereologica mondiale (Omm) ha cancellato ”Irene” dalla lista ufficiale dei nomi riservati alle future tempeste e uragani nel bacino Atlantico: il nome e’ infatti ora associato alle numerose vittime e ai gravi danni causati dall’uragano Irene dell’agosto del 2011 sulla costa est degli Stati Uniti e nel Mar dei Caraibi. Nell’elenco alfabetico di nomi propri usati dall’Omm, Irene sara’ sostituito da Irma, ha annunciato a Ginevra la portavoce dell’Omm Clare Nullis. La decisione di rimuovere Irene e’ stata presa dal Comitato sugli urgani della sezione regionale dell’Omm dopo che l’anno scorso, l’uragano Irene ha causato 49 morti – di cui 5 nella repubblica DomInicana, 3 ad Haiti e 41 negli Usa – e danni stimati a circa 15,8 miliardi di dollari. Sei liste di nomi sono usate a rotazione per battezzare i cicloni tropicali dell’Atlantico, ma i nomi di urgani responsabili di molte vittime e danni vengono depennati. Dal 1954, Irene e’ il 76esimo nome ad essere tolto dagli elenchi per l’Atlantico. Tra i nomi eliminati in passato quelli tristemente famosi di di Katrina (dopo il devastante uragano del 2005 negli Usa), Andrew (Bahamas e Usa, 1992) e Mitch (Honduras, 1998). E’ dal 1953, che le tempeste tropicali dell’Atlantico sono battezzate usando una lista di nomi in ordine alfabetico. In passato, la lista includeva nomi esclusivamente femminili. Ma nel 1979, in seguito a proteste delle donne, sono stati introdotti anche nomi maschili. Le altre regioni hanno i loro propri elenchi.